“Vox Mortis”

Vox Mortis

Un oggetto interessante per Vampiri: La Masquerade.

Tarocco dominante: La Morte (XIII).

C’è da essere pazzi a mettere piede a Venezia in questi giorni, e anche in queste notti. Non per l’acqua alta, e nemmeno per i controlli del virus. Per quelli mi sono premurata: i miei contatti mi hanno procurato un’autorizzazione, giusto in caso. Dopo quello che è successo alla “famiglia”, tornare qui è veramente come sfidare la sorte. Continuo a voltarmi e a gettare sguardi oltre le mie spalle con la coda dell’occhio.

Finalmente lo raggiungo, lì in fondo, nel piccolo calle. Il negozio di libri antichi è chiuso; come tutto il resto, d’altronde. Busso una volta, attendo, altre due volte. Sento dei passi, qualcuno apre la porta: è un signore anziano, con degli occhialini tondi. Estendo i miei sensi e posso sentire che non è uno di noi, e nemmeno un asservito.

«Gabriella Giovanni?»

A sentire quel cognome – Giovanni – un brivido mi corre lungo la schiena, quasi che fossi ancora viva. Mi volto a destra e a sinistra: il calle sembra ancora deserto. Il mio sguardo piomba su di lui come una coltellata di rimprovero. Annuisco. Mi lascia entrare.

«Si accomodi pure. I libri che corrispondono alla sua descrizione sono su quel tavolo laggiù».

Comincio ad analizzarli. Il frontespizio è corretto in tutti e sette:

Vox Mortis

Libri VII

Nunc primum e tenebris eruta, in unum volumen collecta.

Venetiis, MCDLXXVII

Anonymus

Guardo i segni di impressione dei caratteri mobili, ed è un attimo, per una come me, discernere i sei falsi. L’usura dei caratteri sull’originale è palpabile, perché questo è un libro speciale: stampato in un’unica copia con i caratteri incisi nelle ossa dei nemici del clan dei Cappadoci.

Mi mostro fintamente incerta. «Prendo questi due». Lui annuisce. Il mio sire non saprà mai distinguere l’originale dal falso.

Un grazie speciale a Riccardo Bongiovanni, che mi ha aiutato a comporre il frontespizio dell’incunabulo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *