Breve riflessione sull’autoritarismo nei giochi di ruolo

“Game Master” si scrive maiuscolo, “giocatori” minuscolo.

Dovremmo scrivere “game master” e “giocatori”, tutto minuscolo.

Se io faccio il game master, voi siete “i miei giocatori”. Se io faccio il giocatore, voi siete “i miei compagni di gioco”.

Dovreste essere “i miei giocatori” anche se sono un giocatore, oppure “i miei compagni di gioco” anche se sono il game master.

5 commenti su “Breve riflessione sull’autoritarismo nei giochi di ruolo”

  1. Io cerco di scrivere entrambi in maiuscolo, quando provo a buttare giù uno dei miei prototipi malfunzionanti di gioco – lo faccio con tutti i termini del gioco, per individuarli più rapidamente 😛
    In una normale discussione, le regole dell’italiano li vorrebbero entrambi minuscoli e se qualcuno scrive Master (o varianti) e giocatori in questo modo, solo per ribadire una presunta superiorità di un ruolo o dell’altro… cavoli, ha bisogno davvero di pochissimo, per solleticare il proprio ego XD

    1. Daniele Di Rubbo

      Allora, lo scrivere questi termini in maiuscolo per identificarli come termini tecnici di gioco è l’unica cosa che, a livello logico, riesco a comprendere. La mia scelta è diversa per una semplice ragione: trovo che, spesso, nei nostri testi, seminiamo un sacco di maiuscole a casaccio. Forse sarà per via del fatto che l’inglese tende a usare molte più maiuscole dell’italiano, ma ci facciamo prendere la mano anche noi, in una sorta di colonizzazione culturale che subiamo da complici, e tappezziamo tutto di maiuscole.

      Perché, parliamoci chiaro, non c’è alcuna ambiguità in un testo di un gioco di ruolo su parole come “game master” o “giocatore”. Non è che leggo un testo e mi dico: “Oddio, non ho capito di cosa sta parlando!”. Insomma, in mancanza di ambiguità, io preferisco avere un testo più pulito e con l’uso delle maiuscole secondo l’italiano standard.

      Quanto al fatto che qualcuno usi “Game Master” maiuscolo per una questione di mero ego, non arrivo a escluderlo, ma non penso nemmeno che sia nemmeno la norma. Mi limito, tuttavia, a segnalare che chi usa “Game Master” con le maiuscole sta normalizzando il concetto che questa figura meriti un rispetto o una considerazione particolare rispetto agli altri giocatori. Questa idea non mi sta bene, ed ecco come mai sono contrario anche a questo uso.

      1. Ma non sempre si usa Master per riferirsi a quel ruolo: narratore, cartomante, custode, guida, moderatore, maestro di cerimonie…
        A volte, mi capita che, s rivendi una bozza, certi termini siano “di gioco” in certi paragrafi e “non di gioco” in altri – con “azione” mi capita spesso.

        Comunque, fuori dai manuali non serve usare maiuscole e non è nemmeno corretto in italiano.

        1. Daniele Di Rubbo

          Nei casi che dici tu, giustifico più facilmente la dicotomia tra maiuscola e minuscola, e ne riconosco il senso e la funzione. Insomma, non vorrei che si finisse a vederla come una questione di bianchi contro neri, senza stare bene a distingure le singole situazioni: vorrei solo che si riflettesse se davvero stiamo usando delle maiuscole di rispetto per un nome comune. Perché in quel caso, secondo me, avremmo un problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *