Aiace

Aiace

Un’idea di personaggio per Vampiri: La Masquerade.

Di Alessandro Dal Maso.

Clan: Ventrue.

Tarocco dominante: L’Imperatore (IV).

Le parole uscirono roche dalla gola piena di fumo di mio padre: «I vampiri esistono. Io sono uno di loro».

Mi girai su un fianco; la mente stordita da alcool e droga. Era l’ultimo dei nostri festini; non ne facevamo da un po’. Avevo costretto mio padre a partecipare. In passato, era stato lui a costringermi; tra le altre cose, per assicurarsi che io non fossi “una checca”. Cibi raffinati, droga, ragazze… pagati con i centesimi di quanto guadagnava la nostra famiglia grazie al traffico di droga e all’usura, gestiti per conto del clan. Come avrebbe mai potuto rinunciare a quella vita una persona come mio padre?

Ricordo il mio corpo fuori controllo, il momento in cui mi resi conto che la mia vecchia vita era finita, la polizia che faceva saltare la porta; mio padre che mi spiegava che era l’unico modo, e si piegava sul mio collo. Mi spiegò dopo quanto avessi lottato: uno sforzo inutile contro uno della razza a cui sarei appartenuto da quel giorno. Non avevo mai avuto un attacco di panico, prima.

Quando mi sono svegliato, ero euforico per la libertà. Ma dovetti ben presto ricredermi: l’ombra che mio padre, il mio sire, gettava sulla mia vita era appena diventata molto più scura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *