TorreCON 2012

Ecco che sono tornato da circa un’ora me mezza da TorreCON 2012. È stato un bell’evento: c’era diversa gente e mi sono divertito molto. Ho visto persone di un po’ tutte le età: giovani, meno giovani, bambini ecc. e credo che, alla faccia del volantino, sia andata molto bene.

Ho anche partecipato alla lotteria dove, con 10 €, mi sono aggiudicato 13 biglietti, coi quali ho anche vinto due premi: Chicago Gangsters (in tedesco, alla faccia! spero di trovare una versione del manuale almeno in inglese) e Pictureka! (questo in italiano). Non sconosco nessuno dei tue titoli, ma mi ispirano bene.

Sono soddisfatto anche della parte ludica che mi ha riguardato in prima persona. Questa mattina, poco dopo essere arrivato, ho giocato con una signora ed un bambino, nonché un dimostratore de “La Torre d’Avorio” (vigliacco se ricordo il nome, nonostante lo abbia visto più volte!), a Takenoko. È stata una bella partita: abbastanza veloce ed interessante. Si tratta del classico gioco in scatola che sembra “stupido” e “per bambini” (ed in effetti potrebbero giocarci tranquillamente anche i bambini), ma che finisce per rivelare una certa strategia. Giudizio positivo!

Nel pomeriggio, a cavallo del pranzo, ho fatto una partita ad Yggdrasil, della scuola dei giochi in scatola cooperativi (modello Pandemic o Shadows over Camelot), che è anche una figata pazzesca (sarà per via del setting nordico). Abbiamo perso per pochissimo, ma abbiamo perso.

Ultimo per ordine ma non per importanza (almeno nel mio cuore), sono riuscito finalmente a fare una demo di RavenDeath di Iacopo Frigerio, che avevo comprato da un bel pezzo e che avevo letto questo Natale, ma che non avevo mai provato. Ok, è stata una demo, e alla fine abbiamo finito solo un episodio su due, ma è proprio una figata, come mi aspettavo. Anche qui bilancio più che positivo!

Immancabile la chiusura a sbaraccare tavoli e panche, prima del ritorno (per fortuna abbastanza veloce) verso casa.