Vampiri: La Masquerade

Ed ecco la seconda sessione di questa nuova storia di questa vecchia cronaca di Vampiri: La Masquerade. Dopo averla lasciata inattiva per diversi mesi (l'ultima sessione era stata nell'autunno 2008) siamo stati in grado di riprenderla, anche grazie alla carica ridonataci dall'avventura di intermezzo da me pensata per far provare Vampiri a Dario (riuscita con un modesto successo, e con l'appassionarsi di Dario al mitico gioco di ruolo).

Questa volta sono passati diversi mesi dall'ultimo problema dei PG con i maghi, che ha portato alla quasi totale estinzione dei Gangrel (ormai indipendenti) di Cremona. Leonardo Fiera, il Gangrel della vecchia coterie (da me giocato), reclama una tremenda vendetta riparatrice. Tuttavia la situazione è piatta da mesi, e gli indizi scarseggiano. Sennonché, scoppia un caso di omicidio alquanto strano. La vittima appare dilaniata da fauci di vampiro. Sulla scena del delitto c'è l'investigatore Tremere Gerardo, assistente del Siniscalco e Reggente Tremere del Dominio di Cremona.

Una veloce visita informativa dal Principe che assegna al gruppo l'incombenza di risolvere il caso in collaborazione e un nuovo sopralluogo in zona, mostra un muro in parte squarciato che conduce ad un edificio abbandonato dove alcuni membri di una troupe televisiva sono stati dilaniati e i pochi sopravvissuti messi in fuga da qualcosa di terribile. Durante l'esplorazione del piano interrato, Fiera e il Tremere sprofondano nel terreno, ma quando i loro compagni vanno a controllare sembra tutto normale.