Sky Side playtest (episodio 2)

15:36:34 Regista: Come regista richiamo la scena relativa al problema di Popov. Popov riceve un punto di determinazione ( il suo destino segue il suo corso e si rinforza).


15:37:07 Alexander Popov: **


15:37:34 Regista: Popov deve segnare un punto sul counter del suo problema


15:37:36 Alexander Popov: segnato


15:39:22 Regista: Popov è frastornato e gli gira la testa. per il momento non ha provato a muoversi. sembra sia caduto sul morbido. qualcosa che non riesce a mettere a fuoco gli da colpetti sulla guancia.ù


15:40:01 Alexander Popov: eeeer *mormoro mentre cerco d'aprire gli occhi e metterli a fuoco su ciò che mi sta schiaffeggiando lievemente*


15:42:40 Regista: un istante dopo Alexander si rende conto di fissare gli occhi rossi dell'elmetto di un soldato SSI. i colpetti glieli dava con la punta del fucile che gli punta contro. Guradando meglio per via della sorpresa si rende conto che è una donna. "Che ci fai qui, Popov?" la voce è deformata elettronicamente tanto da non essere riconoscibile.


15:44:22 Regista: [è una scena breve, quindi Soho può aspettare un attimo a riprendersi]


15:44:45 Alexander Popov: *merda* penso immediatamente. Non si può fare altro in una situazione come questa. Vedo Soho nelle mie vicinanze ? ovviamente sposto solo gli occhi non il volto, non voglio ricevere una fucilata in faccia


15:48:56 Regista: Ora che Alex è lucido si rende conto che Soho ha battuto forte sul pavimento ma non perde sangue. Sembra fuori combattimento. Guardando in basso si accorge che la donna che li aveva guidati nel tunnel sta a faccia in giù. Alex è sdraiato su di lei e che un pezzo di metallo appuntito sanguinante le esce dalla schiena e ha mancato di poco lui in faccia.


15:50:24 Alexander Popov: *oh Cristo* 


"Io cosa ci faccio qui ? E tu chi cazzo saresti ?"


*qualcosa di più intelligente potevi anche dirlo*


15:53:23 Regista: "La tua amica è stata sfortunata, Alex" dice la donna SSi aprendosi la visiera e mettendo a tracolla il fucile. E' il capitano Serena Cormack.


[vi conoscete ma come? dimmelo tu, stefano. Lei è la tua fonte principale del tuo problema, ma come? stai esplorando questa parte del pg]


15:54:52 Alexander Popov: [occazzo.. allora è colpa sua se ho ammazzato dei civili innocenti!]


15:54:52 Regista: Si intravedono capelli neri, e ha lineamenti gradevoli anche se ha spesso una espressione tra il calmo e il cinico, come se avesse visto già tutto.


15:56:43 Alexander Popov: "Capitano Cormak.... cosa ci fa qui" cerco di mettermi più comodo senza dare segni d'ostilità


15:58:18 Regista: [in che rapporti siete? qualunque sia la risposta ora lei sembra più preoccupata di altro]


15:58:56 Alexander Popov: [l'ho sempre reputata responsabile dell'omicidio di civili, anche se non so se l'ha dovuto fare forzatamente o per diletto]


16:00:54 Regista: [bello! un rancore celato :D ]


16:02:34 Alexander Popov: "Non ... è amica mia ... credo almeno" dico ancora indeciso cosa dirle


16:04:00 Regista: "Operazione di cattura, Alex. Il soggetto si è rivelato molto più pericoloso di quello che era previsto..." guarda verso l'alto. "Tieniti nascosto. E porta via il tuo amico."


16:04:42 Alexander Popov: "Cattura ? Cattura di chi o cosa Capitano ?" stavolta l'attenzione è attrattata , ma non so ancora sep osso fidarmi di lei. Mi vuole utilizzare per arrivare da qualcuno forse ?


16:07:22 Regista: "Operazione classificata. Dovrei ucciderti se te lo dicessi." un lieve sorriso divertito compare sul volto di serena mentre si richiude la visiera del casco e si avvia verso le scale vicine a questa stanza.


16:09:52 Alexander Popov: *merda meglio andarsene ora* "Grazie" dico mormorando mentre mi rialzo e darmi un'occhiata rapida intorno per sincerarmi che non ci siano sorprese.... oltre che cercare la mia pistola non voglio lasciar prove del mio passaggio.


Soho è ancora svenuto immagino ?


16:10:22 Alexander Popov: [bagno urgente]


16:15:56 Regista: [Fine scena. Alexander guadagna una esperienza da definire in base a quanto successo. Può definirla quando vuole non necessariamente subito]


16:16:58 Alexander Popov: [dopo devi spiegarmi]


16:17:02 Alexander Popov: [intanto segno]


16:17:10 Regista: [una esperienza è una affermazione legata a qualcosa che ha fatto il pg e che ha per lui avuto importanza. Viene legata ad una Abilità]


16:17:45 Regista: [può anche essere legata ad una Qualità o ad un Difetto]


16:18:30 Regista: [l'affermazione deve essere in qualche modo legata però a come ha interagito con la situazione]


16:18:53 Alexander Popov: [hmm allora la sistemiamo dopo se possibile]


16:19:09 Regista: [certo ^_^]


16:20:39 Regista: [nuova scena: Soho si riprende. poiché l'inizio della situazione è in base a cosa farà Alex, Stefano narra l'inizio e dove siete, se ancora dentro o da qualche parte fuori.]


16:21:17 Regista: [ovviamente l'obiettivo è scappare :D ]


16:22:58 Alexander Popov: dipende, fuori c'è una possibile via d'uscita? oppure capisco che si può anche seguire l'edificio ?


16:24:58 Regista: [decidi tu :D hai carta bianca, sta tranquillo che se una cosa non va bene intervengo ;) ]


16:27:41 Alexander Popov: siamo all'interno allora. Ho preso Soho montandomelo in spalla per portarlo in un luogo più sicuro e lontano dalla scala da dovep otevano arrivare altri membri della SSI


16:28:04 Alexander Popov: ho cercato possibilmente un luogo riparato con altre vie di fuga e apparentemente tranquillo


16:29:08 Regista: Ci sono i sotterranei che corrono lungo l'edificio e dovrebbero portarti fuori, se vuoi.


16:29:24 Alexander Popov: allora seguo quelli anche se saranno sicuramente controllati


16:29:34 Alexander Popov: ma è meglio che stare all'sterno fra telecamere e altre cose carine da parte della SSI


16:29:44 Alexander Popov: con la mia pistola forse non ho nulla da temere .... me ne illudo almeno


16:33:02 Regista: Stranamente per i corridoi, che sono al crepuscolo con solo la luce dell'illuminazione esterna che filtra dalle grate del piano terra, non vedi nessuno ma quando arrivi alla porta è chiusa. La porta è pesante e sembra che il meccanismo di sblocco per gli incendi sia bloccato...la leva non apre.


16:33:44 Alexander Popov: dannazione.... Soho ha ripreso i sensi o è sempre svenuto ?


16:34:49 Regista: [questo deve deciderlo Dan. non spetta a me. ma se vuole in qualunque momento può riprendersi. ha una ammaccatura alla testa con un poco di sangue ma niente di serio, solo un livido]


16:36:35 Soho Sun: [Beh, dai, allora facciamo che mi riprendo; magari sollecitato dagli sbalzi nell'andatura e dal rumore di Alexander che tenta di tirare la leva.]


16:36:41 Alexander Popov: [Dan ?]


16:36:53 Alexander Popov: [k]


16:38:31 Alexander Popov: "Dannazione perchè non si apre!!" cerco di fare maggiore sforzo sulla leva


16:38:54 Soho Sun: «Ohhh...» mormoro per il dolore, tentando di aprire gli occhi offuscati da una disturbata sonnolenza. Tento di mettere a fuoco la scena: vedo il corridoio, la porta, e Alexander... «Dove siamo?» pronuncio a voce sommessa e sofferente.


16:40:19 Alexander Popov: "Soho!" esclamo avvicinandomi "quanto diamine avevi intenzione di dormire ? ti ho trasportato per un bel po'" sorrido lievemente come per sdrammatizzare. Non voglio parlare della donna che è morta infilzata ... meglio non ricordare certe cose 


"Siamo nei sotterranei, da qui dovremmo riuscire ad uscire, abbiamo la SSI che sta eseguendo un'operaizone di cattura ed è meglio andarsene prima che


16:40:22 Alexander Popov: trovino anche noi"


16:40:36 Alexander Popov: [taccio volutamente sull'incontro con il Capitano Cormak]


16:41:29 Soho Sun: «Flatline! Dov'è Flatline? Cos'è successo?! Il cunicolo... oh, il cunicolo. Siamo cascati» sussurro.


16:42:25 Regista: Giù per il corridoio si sentono passi lontani e qualcosa che si trascina. Ancora troppo lontano per vedere chi li produce.


16:42:37 Regista: Si avvicinano.


16:42:51 Alexander Popov: "si abbiamo fatto un bel volo, ma siamo più o meno inte..." drizzo le orecchie "hai sentito anche tu ?" la voce si fa flebile, bassa mentre alzo la pistola


16:44:02 Soho Sun: Aguzzo le orecchie: li sento. «Sì, arriva qualcuno. Chi è? Gli SSI? Ma dov'è Flatline? Era con noi fino a un momento fa» dico.


16:44:58 Alexander Popov: cerco d'ignorarlo, non voglio dirgli cos'è successo. Osservo il cunicolo. C'è un posto in cui potersi anscondere ?


16:45:58 Regista: Nessuno. Solo la porta di sicurezza che non vuole saperne di aprirsi spingendo la leva di sicurezza.


16:46:15 Regista: [di emergenza pardon]


16:46:44 Alexander Popov: "Soho cerca d'aprire la porta , io faccio da copertura nel frattempo e speriamo che non siano la SSI o sarannno guai seri... parleremo dopo. Ce la fai ad alzarti ?"


16:47:53 Soho Sun: Cerco di tirarmi su, riuscendoci a fatica ed ansimando: evidentemente la caduta non ha fatto bene al mio fisico, tutto sommato mediamente atletico. Mi giro verso la porta bloccata per vedere se riesco a capirci qualcosa. C'è un qualche quadro di comando elettrico o elettronico?


16:49:06 Regista: I controlli elettronici ci sono e il led rosso indica che è alimentato. Ma lampeggia e indica che è in uno stato di errore. Devi bypassarlo.


16:51:01 Regista: I passi che si erano interrotti. Ora riprendono e una luce rossa si vede in distanza... 


16:51:01 Soho Sun: Provo ad avvicinarmi aguzzando la vista. Cerco di studiare il quadro per capire come farlo, e il più in fretta possibile.


16:52:25 Alexander Popov: *cazzo questo non è bello* mi accuccio e punto la pistola. Ci ha notato ?


16:54:50 Regista: [@Soho: Dimmi che Abilità provi ad usare sulla porta. Gli strumenti li dovresti avere con te.]


la luce si ferma e anche i passi cessano dalla sagoma che si intravede è quella ragazza e le luci vengono da lei.


16:55:36 Alexander Popov: la ragazza ? QUELLA RAGAZZA? Quella che quasi mi stava accoppando prima della caduta ?


16:55:58 Regista: Quella.


16:57:00 Soho Sun: [Fortuna che non la noto io, indeciso che sono sul fatto di chi sia Flatline. By the way: come Abilità uso: “Hacker in erba” e come Pregio “”Intuizione repentina”. Magari essendo hacker un sistema lo so bypassare e dovendo ragionare in fretta sono disperatamente in cerca di buone idee, e di solito le trovo].


16:58:01 Alexander Popov: rimango fermo deciso a non fare rumore, la pistola puntata


17:00:17 Regista: [va bene per entrambi. L'abilità è Appropriata e il Pregio pure. Lancio]


17:04:39 Regista: [6 dadi: 4,4,4,6,6,1. totale 7 Successi]


17:06:54 Regista: Aprire la porta è un gioco da ragazzi per Soho, che come ha finito di smontare il pannello e crea un contatto con lo strumento che ha estratto dal suo kit portatile il led diventa verde e la porta si apre.


17:09:16 Soho Sun: «Hei, Popov! Mi sa che ce l'ho fatta» dico in maniera un po' ingenua, come il tipico ragazzino degli anime giapponesi, che ridacchia, mentre si gratta la nuca con una mano.


17:09:22 Regista: Alex vede la ragazza avvicinarsi con una espressione confusa, assente come in trance.


17:10:27 Alexander Popov: "Ferma dove sei!" esclamo putnando la pistola anche se so che è inutile mentre sento Soho


17:11:28 Soho Sun: Mi giro di scatto alle parole di Alexander e lancio uno sguardo interrogativo nel buio. Due occhi rossi e una figura offuscata: «Hei, ma chi è quello?».


17:11:29 Regista: poi il volto si contrae e si guarda intorno e poggia gli occhi su Alex. "Dove sono?" inizia a piangere. Si mette le mani al volto. "Voglio andare a casa!..."


17:11:52 Regista: [scusate volge gli occhi :D ]


17:12:45 Alexander Popov: vengo preso in contropiede, diciamo pure sorpreso. Abbasso l'arma di riflesso senza accorgermene.


17:12:54 Soho Sun: “Beh, dubito che sia minaccioso, anzi, minacciosa” penso, saltando a conclusioni affrettate.


17:13:14 Soho Sun: Cerco di avvicinarmi per vedere meglio di chi si tratti.


17:14:16 Alexander Popov: "Soho stai attento!" esclamo mentre lo vedo muoversi verso la ragazza. Non mi fido ancora anche se tengo l'ìarma abbassata. Un dubbio entra nella mia mente


17:14:17 Regista: Le luci rosse sul suo volto sono scomparse.


17:14:48 Soho Sun: «Hei, ma chi sei?» esclamo in direzione della ragazza.


17:15:08 Soho Sun: «Questa non è dell'SSI!» dico a Alexander.


17:15:26 Soho Sun: “Ma che strana” penso.


17:15:49 Alexander Popov: "No appunto è quella che stava per trapassarti da parte a parte" dico secc o a Soho sentendo ancora il bruciore sulla schiena. Questo ragazzo dunque non ricorda più cos'è accaduto ?


17:17:00 Soho Sun: [No, no, ricordo benissimo: è che mi sto ancora chiedendo chi sia Flatline. Questa tipa qui non l'ho mai temuta davvero, in fondo stava “picchiando” quelli dell'SSI: nulla di più gradevole!]


17:17:11 Regista: la ragazza si stropiccia gli occhi. "Mi chiamo Lisa Auburn, signore." dice singhiozzando e cercando di ricomporsi un poco.


17:18:10 Alexander Popov: [Danieluccio, lo so che ricordi :D ma il PG no]


17:18:21 Soho Sun: «Ah! Non sei Flatline...» dico un po' deluso. «Ragazza, dimmi un po': cosa ci fai qui? Eri tu quella... quella di prima?» domande un po' ingenue, provenienti da una persona tutto sommato schietta.


17:18:33 Soho Sun: [Lo so, in effetti il discorso era tra parentesi quadrate.]


17:19:04 Alexander Popov: "Ma che... senti se sono alla sua ricerca è meglio che ce ne andiamo da qui... e subito. Se la SSI ci vede in sua presenza ci faranno fuori senza pensarci due volte Soho."


17:20:21 Soho Sun: «Alexander, quelli della SSI credono che un fucile in mano li renda in grado di dettar legge a tutti. E che cazzo! Lo so tenere pure io un fucile in mano, ma questo non mi rende migliore di tanta altra gente che sta là fuori» filosofeggio.


17:21:01 Alexander Popov: "No appunto loro tengono il fucile in mano e accoppano chi gli pare e gli riesce anche bene. Cristo non è un fumetto questo!"


17:21:03 Alexander Popov: sbotto


17:22:18 Soho Sun: «No, non lo è: eppure noi stiamo recitando la parte scritta da qualcun altro là in alto, solo perché mai nessuno ha il coraggio di prendersi la responsabilità delle proprie azioni. Siamo più patetici del peggiore dei personaggi dei fumetti».


17:22:24 Regista: "Che succede?" mormora la ragazza con una espressione persa e impaurita. Si porta le mani al volto involontariamente come per sottolineare il suo stato di tensione.


17:23:00 Alexander Popov: nel vedere il movimento della ragazza mi sento in colpa, ma so che siamo in pericolo. Lascio fare Soho anche se con alcuni dubbi a riguardo


17:24:11 Soho Sun: «Per Diana, non possiamo lasciarla qui con quei pazzi là dietro. Non vedi com'è indifesa?».


17:25:03 Soho Sun: «Ragazza» esito, poi mi correggo «Lisa, vieni con noi, prima che qualcuno ci senta» la incoraggio.


17:25:13 Alexander Popov: "Ho detto di muoversi fuori di qui non di non portarcela appresso!" inspiro lievemente poi mi avvicino rimettendo a posto la pistola


17:25:48 Soho Sun: Poi guardo Alexander: «Aspetta, quella pistola è in grado di far saltare un quadro di comando?» gli dico, con sguardo eloquente.


17:26:42 Regista: "Voglio andare a casa, signore. Mi accompagnereste? Non so dove sono..." Lisa sembra persa e spaventata. 


17:27:31 Alexander Popov: "Certo che si...." poi sentendo Lisa "Va bene, ti porteremo a casa, ma prima vediamo d'uscire da qui, va bene ?" cerco d'ammorbidire il tono. Ora che le sono vicino, noto i capelli metallici che aveva ?


17:27:34 Soho Sun: «Sì, non preoccuparti, Lisa. Una cosa alla volta: adesso è meglio se usciamo. Poi ci spiegheremo molte cose».


17:30:23 Regista: [Lisa non ha capelli metallici ma dei cavi che le fuoriescono dal collo, lunghi e che strusciano per terra] Alex nota che Lisa ha cavi metallici che le fuoriescono dal collo, tre. Sono incrostati di sangue e polvere.


17:31:20 Regista: Lisa annuisce a Soho e lo segue mansueta.


17:31:29 Soho Sun: Ora che si nota meglio, l'aspetto di Lisa comincia ad intimorirmi, ma cerco di non darlo a vedere per non peggiorare la situazione. Spero dentro di me di non aver fatto un grosso errore.


17:33:03 Regista: Quando Alex e gli altri escono circospetti sulla strada sentono un rumore tipico dello spostamento d'aria causato dai motori gravionici.


17:33:28 Alexander Popov: faccio segno di stare vicino al muro mentre guardo nei dintorni per cercare la causa del rumore


17:34:45 Soho Sun: Obbedisco al segnale di Alexander: stavolta non mi va di fare l'eroe. Cerco di assicurarmi che anche Lisa si metta a riparo. Quando siamo accostati le dico velocemente: «Comunque, il mio nome è Soho, Soho Sun».


17:36:14 Regista: La causa del rumore è un Tactical Frame Switchblade competamente nero e grigio che si è appena posato a terra e sta scrutando il complesso come un bimbo con la caserma dei pompieri giocattolo. Porta i colori dei black ops. Il fucile è riposto nella rastrelliera dietro il gonnello. Non sta guardando nella direzione di Alex ma dentro le finestre.


17:38:16 Alexander Popov: "Merda uno Switchblade... se la telecamera ci vede ci saranno addosso in meno di un respiro" mi guardo attorno per vedere dove possiamo muoverci evitando d'esser visti dal mech


17:39:02 Soho Sun: “Porca vacca!” penso alla vista dello Switchblade. Di solito ero abituato a vederli sono dai filmati di propaganda della Repubblica, ma dal vero fanno tutto un altro effetto. Schiacciano l'individuo; mai mi sono sentito così simile ad una formica.


17:39:28 Regista: Ci sono diversi ripari. E' fattibile.


17:39:45 Regista: Sta guardando dentro muovendosi lungo il perimetro dell'edificio.


17:41:35 Alexander Popov: appena è lontano o comunque non ci osserva, faccio segno ai due di seguirmi. Voglio scappare da qui senza farmi individuare. Chi li sente poi quelli del Comando ?


17:42:18 Soho Sun: Al segnale mi muovo, cercando di ignorare lo stato di soggezione che mi mette la presenza dello Switchblade. Naturalmente, mi assicuro che anche Lisa ci segua.


17:44:07 Regista: [prova di Abilità: che abilità usate per passare inosservati e come]


17:45:30 Soho Sun: [Ehm, io non ho nessuna Abilità o Pregio pertinente, a meno che in “Appassionato di wushu” sia inclusa anche una certa capacità atletica.]


17:45:52 Alexander Popov: [vediamo]


17:46:13 Alexander Popov: [forse ho solo Marine Lunariano Assaltatore - PRIMARIA]


17:47:19 Regista: [@alex va bene come Appropriata. @Soho se vuoi puoi usare un punto determinazione per darti due successi.]


17:47:58 Soho Sun: [Hmm, non so: non sarebbe in linea né col mio Problema né con la mia Motivazione usarlo ora.]


17:48:39 Regista: [la motivazione c'entra solo per il recupero. la spesa è totalmente in libertà


17:49:14 Soho Sun: [Il tiro che mi appresterei a fare sarebbe molto difficile nel caso non usassi Determinazione?]


17:50:01 Regista: tra parentesi sta a voi chiedere se una azione che fate è in linea con la vostra motivazione e recuperate.]


17:50:41 Soho Sun: [Ah... non lo sapevo. Dacci una mano, almeno all'inizio.]


17:52:25 Alexander Popov: [beh non penso che quest'azione sia in linea con la mia motivazione]


17:53:14 Soho Sun: [Dai, facciamo che Soho si rende conto che, se non si impegna fino in fondo in questa azione, un suo errore potrebbe causare non solo la sua morte, ma anche quella degli altri, il che è una cosa che non sarebbe disposto a tollerare. Uso il mio punto di Determinazione.]


17:58:20 Alexander Popov: [ragazzi ci siete?]


17:58:29 Soho Sun: [Io sì.]


17:59:38 Regista: cell scusate


17:59:46 Regista: datemi un minuto


18:00:14 Soho Sun: [Tranquillo.]


18:00:17 Alexander Popov: [np]


18:07:58 Regista: [rieccomi]


18:09:30 Regista: [tieni conto che la Determinazione rappresenta anche il destino. Può darsi che tu non debba fallire quella prova. in altre parole è un modo per il giocatore di contrallare cosa succede in gioco]


18:09:59 Soho Sun: [lol Quante cose. Dai la uso, per la giustificazione di sopra.]


18:12:45 Regista: [lancio per Alex: 5 dadi - 4, 4, 1,1,1 due successi; lancio per Soho: 2 dadi - 6,2 tre successi. La difficoltà era 2]


18:13:09 Alexander Popov: ok!


18:14:39 Regista: [da regolamento starebbe a voi narrare :P ]


18:15:03 Soho Sun: [Ok, se vuoi narro, ma come facciamo in due?]


18:15:03 Regista: [prima facevo io per farvi da tutorial ;) ]


18:15:40 Regista: [Prima alex che apre la via e poi soho. siate brevi o lunghi come volete]


18:16:38 Alexander Popov: "veloci andate avanti e andate dietro quel muro" indico attendendo che vadano per chiudere la fila


18:17:07 Regista: Lisa esita parecchio.


18:17:37 Alexander Popov: "Lisa non c'è tempo perfavore, se ci vedono ...."


18:18:49 Soho Sun: Annuisco alle parole di Alexander mentre do un'occhiata allo Switchblade che osserva l'interno dell'edificio. Poi qualcosa attira il suo sguardo, una luce, ma è soltanto il riflesso di qualche vecchio relitto metallo. Ciò nonostante io utilizzo il momento buono per passare negli edifici oltre, tirando Lisa per una mano, per incoraggiarla.


18:18:54 Soho Sun: [Così va bene?]


18:19:19 Regista: [entrambi perfetti ^_^ ]


18:19:38 Regista: Lisa si fa tirare da Soho.


18:21:28 Regista: [fine scena. Siccome questa scena dipende da voi e come vi muovete iniziate a narrare voi decidendo il dove e come. Siete riusciti a scappare e adesso avete il tempo di capire il come e il perché di quello che è successo. Lisa è con voi.]


18:22:04 Alexander Popov: [l'onore a Daniele, visto che io avevo il controllo prima della scena dei cunicoli]


18:24:41 Soho Sun: «Come sarebbe a dire che non ti ricordi?» chiedo a Lisa. «Vuoi dire che none eri davvero tu la ragazza che era là dentro con quelli del Servizio di Sicurezza Interna?» preciso, mentre ci fanno da scenario gli interni di un palazzo fatiscente, nel quale ci siamo rifugiati per scampare all'ispezione del TBF. «E poi che fine ha fatto l'altra ragazza che era con noi?» chiedo ad Alexander.


18:24:48 Soho Sun: [Se non va bene, ditelo.]


18:25:46 Alexander Popov: Inspiro lievemente mentre ispeziono la stanza facendo attenzione alle finestre. Aguzzo la vista come per cercare lo Switchblade o altri segni di forze SSI


18:25:55 Regista: Lisa sembra costernata come se stesse quasi per piangere.


18:27:08 Soho Sun: Il mio sguardo si fa rammaricato, come se mi fossi pentito di aver esagerato. «Suvvia. Scusami: è stata una giornata pesante» le dico, come per farmi scusare.


18:27:29 Regista: Contrae le labbra abbassando lo sguardo. "Io non so perché indosso questa orba nè come son oarrivata là..."


18:27:46 Regista: [roba scusate]


18:28:17 Soho Sun: La osservo indagatore: davvero non ha nulla che mi ricordi la mia amata Flatline? Cerco di identificarne l'età.


18:28:33 Regista: Fuori tutto tace. Nella zona della vecchia miniera ci sono diversi posti dove nascondersi per fortuna.


18:30:00 Alexander Popov: "a quanto pare tutto è ok là fuori" dico tornando verso di loro, il passo calmo mentre cerco di distendere i pensieri


18:30:28 Regista: Sembra un'adolescente. E' chiaro che l'hanno pesantemente potenziata. Flatline era più energica e scanzonata. Lei sembra in costante depressione.


18:31:07 Regista: E si tratta anche di potenziamenti mai visti prima in giro.


18:31:23 Soho Sun: Non so se rallegrarmi o deprimermi per la cosa. Mi avvicino ad Alexander e gli sussurro: «Hai visto come si comporta? Sarà uno dei loro dannati progetti andato fuori controllo. Se no perché cercarla?»


18:31:32 Regista: I cavi ora sembrano morti ma prima si muovevano frenetici.


18:32:59 Soho Sun: Mi giro verso la ragazza. «Ok, Lisa; dici di voler tornare a casa. Non ti ricordi nulla di dove fosse la tua casa? Se ce lo dicessi, noi potremmo... beh, ecco, noi potremmo – aiutarti».


18:33:54 Soho Sun: Sono sincero: brucerei nelle fiamme dell'inferno piuttosto che essere correi dell'ennesima mattanza della Repubblica.


18:34:04 Alexander Popov: "Non ne ho idea, so solo che sembra confusa e persa su quello non c'è dubbio..." mormoro a bassa voce, poi mi avvicino alla ragazza "Vuoi sederti un attimo ? Dopo tutta questa corsa ed eventi penso che sarebbe meglio se ti mettessi a sedere.


18:35:19 Regista: Lisa annuisce stavolta più rilassata. si siede serenamente mano nella mano.


18:36:52 Alexander Popov: "Hai detto che non sai come sei arrivata qui no ?" il tono è calmo mentre cerco un posto dove sedermi "cos'è l'ultima cosa che ricordi ?"


18:37:35 Soho Sun: Cerco di assecondare col silenzio le domande di Alexander, ma il mio spirito urla di trepidazione per sapere la risposta.


18:40:58 Regista: Dopo un momento in cui sembra riflettere "Sono di Angelfall... Ricordo... Ricordo che c'era l'emergenza per via della guerra...Le truppe nemiche stavano sbarcando...Poi...i tremori e le scosse...mi mancava l'aria..." si porta la mano alla gola. Angelfall è stato il punto di sbarco della Confederazione in territorio Lunariano.


18:41:37 Alexander Popov: cerco di rammentare qualcosa a riguardo se possibile


18:42:34 Soho Sun: Annuisco triste. Posso solo immaginare cosa abbia passato questa ragazza. Le immagini dei notiziari hanno sempre mostrato i lati più crudi della breve ma pesante guerra: era una precisa strategia mediatica della Repubblica. Eppure, anche la Confederazione non è stata leggera.


18:44:52 Regista: "e poi... poi..." si sforza di ricordareportandosi le mani alla testa ma alla fine sospira "ero in mezzo a questo corridoio e c'eravate voi. Ma io ero nello spazio nella nave di evacuazione..." si morde il labbro evidentemente sofferente.


18:46:52 Soho Sun: Guardo Alexander con uno occhi che stanno quasi a dire: «Cosa ti dicevo?».


18:47:16 Alexander Popov: "Capisco... non sforzarti allora, tranquilla..." sorrido lievemente. Lei com'è vestita ?


18:49:30 Soho Sun: «Lisa» chiedo «tu vorresti tornare ad Angelfall?»


18:50:03 Alexander Popov: [giusto per sapere che è accaduto ad Angelfall?]


18:50:09 Soho Sun: [In che stato è Angelfall ora? E quanto dista da Imbrium?]


18:50:32 Regista: Con una tuta aderente piena di allacci che sembra che le calzi come un guanto. Lei osserva alex come se con capisse cosa guardi e poi trasale arrossendo.


18:51:32 Alexander Popov: [orpo tutto ma non quello!!!]


18:52:13 Soho Sun: [Non nascondere le tue vere intenzioni: lo sanno tutti che la prima cosa che si guarda nei disegni di Francesco sono le *BOCCEEE*]


18:52:30 Alexander Popov: [ma è una ragazzina!!!]


18:52:48 Regista: [angelfall è stata come lo sbarco in normandia con episodi di fanatismo da entrambe le parti. Sebbene non fosse partecipata da un vasto numero di soldati l'ammontare di danni e perdite è stata proporzionalmente paragonabile. I danni collaterali ai civili sono stati inevitabili.]


18:54:25 Regista: http://darcad.deviantart.com/art/Sketch-Sky-Side-Psyke-112010683


18:55:32 Alexander Popov: [hem... non tanto ragazzina sbav]


18:56:32 Soho Sun: [Mi sa che tra poco devo staccare.]


18:56:43 Alexander Popov: [mettiamo in standby allora?]


18:56:58 Regista: [va bene per me]


18:57:16 Regista: [ultima scena però]


18:57:48 Soho Sun: [Ok, giochiamola.


]


18:58:32 Alexander Popov: [ok]


18:58:44 Regista: Squilla l'agente di Alex [l'agente è un telefonino un po' tutto fare] "numero sconosciuto. Vuoi rispondere?" chiede l'agente di Alex.


19:01:28 Alexander Popov: "Ma cosa.... scusate un attimo" faccio dei passi allontanandomi da loro e poi rispondo


19:01:54 Soho Sun: Guardo la scena allarmato, se non altro per il rumore improvviso.


19:02:36 Regista: "Popov?" La voce è del capitano Serena.


[ok con questo cliffhanger possiamo anche interrompere e considerare concluso l'episodio pilota]