Sky Side playtest (episodio 1)

15:50:13 Roy Sykes: Siete in una stanza dismessa. Le finestre sono rotte e le luci staccate. siete nella penombra e vi fronteggiate in modo ostile. Siete sicuri di esservi già incontrati prima.


15:50:45 Roy Sykes: * Chi siete? descrivetevi come appraite all'altro*


15:50:52 Roy Sykes: *apparite*


15:52:09 Roy Sykes: *fate in modo sintetico e istintivo. i dettagli non li notereste comunque e verranno dopo*


15:52:54 Alexander Popov: Ho la tipica faccia da russo, alto 1m e 80 circa, capelli castani tagliati corti e degli occhi neri.


Indosso dei vestiti civili non appariscenti. Camicia, jeans e una giacchetta grigia a mezze maniche


15:54:13 Soho Sun: Io sono un ragazzo di sicuramente meno di una trentina d'anni, in tenuta rigorosamente sportiva. Mostro chiaramente tratti somatici orientali, si direbbe giapponesi o coreani. La statura è nella media di quella popolazione: sul metro e settanta o poco più. La faccia da sbarbatello, ma magari un po' di barba incolta mi è rimasta. La peluria è tipicamente nera, gli occhi castani.


15:55:22 Roy Sykes: * cosa fate nella vita? detto in poche parole.*


15:56:29 Soho Sun: Il mio nome è Soho Sun, abito nella Repubblica Lunariana. Faccio lo sceneggiatore e il disegnatore di manga e anime (sono un artista completo ed eclettico) ed ho raggiunto un modesto successo tra i giovani adolescenti, anche se le mie ultime creazioni sono invise al regime e passibili di censura.


15:58:22 Alexander Popov: Mi chiamo Alexander Popov e sono un Marine Lunariano, sono sempre rimasto nei ranghi bassi rifiutando le promozioni. Ogni tanto ho guidato una squadra ma nulla più.


15:59:00 Roy Sykes: *adesso piazziamo le Abilità. Sono a definizione aperta.*


16:00:32 Roy Sykes: * in base a ciò che pensate potete scegliere se avere due abilità primarie (due professioni piene, magari una una esperienza precedente) oppure una primaria e due secondarie*


16:01:10 Soho Sun: Beh, io sono bravo a scrivere e disegnare storie belle graficamente e di spessore interessante. Sanno muovere sensazioni profonde e ideologie fondate, ma questo meccanismo efficacissimo è mascherato dalla mia grande bravura tecnica.


16:01:18 Roy Sykes: *la primaria è una vera attività completa, le secondarie sono hobby o abilità più ristrette praticate non a tempo pieno*


16:01:25 Soho Sun: [Questa per me è sicuramente primaria.]


16:02:07 Roy Sykes: *definite una Abilità primaria in modo descrittivo. La definizione che dareste di quello che fa un altro se ne parlaste con un amico


16:02:35 Roy Sykes: * pilota spericolato, poliziotto corrotto etc etc


16:02:58 Soho Sun: Ideatore geniale di manga/anime


16:03:02 Soho Sun: [Può andare?]


16:03:49 Roy Sykes: [cosa intendi per geniale?]


16:04:08 Soho Sun: Nel senso che so toccare emozioni e tematiche forti e che disegno anche ben


16:04:09 Soho Sun: e


16:04:17 Soho Sun: Insomma, i miei lavori sono di successo.


16:04:22 Alexander Popov: Sono un Marine Lunariano, sono addestrato per attacchi, difese e combattimenti tattici in ambienti spaziali. Ho ricevuto un addestramento specifico per gli assalti a stazioni o a navi.


16:06:13 Roy Sykes: [@dan ok


@stef definiscila più sinteticamente con un aggettivo accostato alla professione :)]


16:06:24 Alexander Popov: Marine Lunariano assaltatore


16:06:27 Alexander Popov: può andar bene ?


16:06:31 Roy Sykes: sì


16:06:41 Alexander Popov: k


16:07:13 Soho Sun: [Poi io propenderei per due secondarie.]


16:07:36 Alexander Popov: [che vengono considerate come hobby right?]


16:07:52 Regista: [un interesse non praticato full time]


16:08:03 Soho Sun: [Prima] Sono uno smanettone del computer: musica, programmi di grafica, rudimenti di hacking.


16:08:05 Regista: [ma con costanza]


16:08:48 Regista: [nota bene: per ora la primaria è sufficiente e possiamo aggiungere dopo il resto ma se volete potete aggiungere]


16:09:03 Alexander Popov: [allora ci devo pensare]


16:09:15 Soho Sun: [Io ce le ho.]


16:09:29 Soho Sun: [Seconda] Anche per tradizione di famiglia seguo il detto "mens sana in corpore sano" e mi diletto esercitandomi con le tecniche Who Shu [non so se l'ho scritto esatto].


16:09:29 Regista: [puoi pensarci ed è anche lecito improvvisarle dopo se vi fa comodo. però una volta definite sono quelle]


16:09:42 Soho Sun: [Io le definisco di getto.]


16:10:00 Alexander Popov: [Modellismo, mi piace fare ogni tanto dei modellini di vario genere]


16:10:01 Regista: [ok]


16:10:16 Regista: [ok per entrambi]


16:10:41 Regista: quando siete soddisfatti andiamo avanti. al vostro segnale :)


16:11:45 Soho Sun: [Per me possiamo andare avanti: sinteticamente le definirei “Hacker in erba” e “Appassionato di Who Shu”.]


16:12:15 Regista: [perfetto! ricordate che ora avete una Abilità Primaria a livello Professionista e due Secondarie a livello competente]


 


16:12:26 Alexander Popov: [hmm la secondaria ci devo pensare un attimo


16:12:30 Soho Sun: [No tiene problema.]


16:12:31 Alexander Popov: perchè non voglio stereotipi]


16:12:45 Regista: [c'è tempo farai appena hai l'ispirazione]


16:12:49 Alexander Popov: [ok]


16:14:27 Regista: Scrutandovi siete sicuri di esservi già incontrati. Una luce che vi illumina da fuori vi conferma questa sensazione anche se non ricordate ancora come e quando.


16:15:09 Regista: [vi siete incontrati. definite la circostanza in cui uno ha notato l'altro. Le vostre vite sono intrecciate per definizione]


16:15:29 Soho Sun: “Diamine!” penso. Mi guardo attorno con la coda dell'occhio, per celare la verità e la mia vera preoccupazione che è il tipo grosso e minaccioso di fronte a me. Ed in questo ambiente poi.


16:15:58 Alexander Popov: [una possibilità sarebbe che ci siamo incontrati a una convention... magari il mio hobby secondario sono gli anime e i manga ? Possibile?]


16:16:06 Soho Sun: [In che senso «per definizione?»]


16:16:36 Soho Sun: [Ah per me è un'ottima idea: sono abbastanza famoso nell'ambiente. Andrei a Lucca, tanto per intenderci.]


16:16:39 Regista: [certo. quello che dicidete è legge e diventa reale. attenti a ciò che desiderate ;)]


16:16:58 Soho Sun: [A me piace l'idea di legame che ha proposto Rebe.]


16:17:23 Alexander Popov: Lo scruto senza abbassare la guardia come mio solito mentre cerco di ricordarmi dove diamine ho già visto questa persona. La luce che ci illumina comincia a darmi fastidio ma non distolgo lo sguardo protno a reagire


16:17:39 Soho Sun: [Io scrivo fumetti di guerra: è per quello che sto sulle balle al regime. Probabilmente lui è anche un mio fan ed abbiamo intrecciato un'amicizia in cui lui mi fa da consulente per la parte bellica.]


16:18:15 Alexander Popov: [per me va bene, metto come hobby secondario Lettore Manga. Ossignore dan ma sto facendo me stesso XD]


16:18:57 Regista: [se ti piace va bene :)]


16:19:12 Regista: bene. andiamo avanti.


16:19:32 Soho Sun: Dove ho già visto quest'uomo? Perché l'ho già visto, ne sono sicuro. Poi mi passa per la mente un'immagine fugace di un fumetto autografato, ed una foto di gruppo con altri miei amici alla fiera annuale del manga e degli anime.


16:20:05 Soho Sun: «A... Alexander?» balbetto.


16:20:56 Regista: Siete qui per Flatline. Flatline è una ...beh è qualcuna. E voi siete qui per lei. Lei è stata importante ma non siete mai riusciti a incontrarla di persona. Solo in chat o per telefono. Sapete che è stata fondamentale per voi nel farvi uscire dai guai. Ma in che modo?


16:21:15 Regista: [chi è per voi Flatline?]


16:21:27 Alexander Popov: Corrugo la fronte mentre comincio a ricordare poco per volta, qualcosa di sepolto nel passato e lo sento chiamarmi. Possibile che... ?


 


<> sbotto in quello che tradisce un accento russo dovuto a mia madre che mi ha sempre parlato fin da piccolo in quella lingua ormai reduce d'un passato scomparso nelle pieghe del tempo


16:22:09 Soho Sun: [Sarebbe scontato se dicessi: la donna che amo? Presuppongo di sì.]


16:22:39 Regista: [ma andrebbe benissimo]


16:22:59 Soho Sun: [Allora è così.]


16:23:19 Soho Sun: Quella donna, quelli occhi: così irraggiungibili, così incantevoli. Flatline è la donna che amo!


16:23:24 Alexander Popov: [Flatline... per me è un mistero anche se mi ha dato consigli su come aiutarmi a fare alcuni modellini. Sebbene interpreto la parte del duro sono insicuro alla fine di ciò che faccio fuori dall'ambito militare. Mi facevo consigliare per il modellismo e per i manga da leggere, scambiare opinioni... un'amica insomma ?]


16:23:31 Regista: [non dovete stupirmi dovete divertirvi :) non è un esame ;) )


16:23:53 Alexander Popov: [sebbene non abbia mai scoperto il suo nome vero]


16:24:49 Soho Sun: Per me è un mistero ugualmente. Non ho mai creduto ai colpi di fulmine prima di Flatline. Eppure forse è da me cadere in maniera così infantile, così leggera. Sono solo un illuso. Ma chi sono io per Flatline?


16:26:33 Regista: [trattava entrambi come un'amica intima se non una amante. C'era qualcosa in lei di sincero e realmente altruistica al di fuori del comune.]


16:26:52 Regista: [nessuno dei due sapeva che l'altro la conoscesse]


16:27:02 Soho Sun: Forse è per questo che mi sono sempre illuso...


16:27:17 Alexander Popov: [possibile]


16:27:27 Soho Sun: [Ma noi come sappiamo che l'altro sa di Flatline, ora?]


16:28:12 Alexander Popov: <> esclamo senza abbassare il tono ostile sbattendo la mano destra sul tavolo


16:28:32 Regista: Siete entrambi sulle tracce di Flatline. E vi hanno portato qui. Come?


16:29:16 Soho Sun: Rispondo in maniera stupida, quasi ingenua: «Sono qui per un'amica» – non dico il nome perché penso che non sia importante.


16:29:18 Alexander Popov: [Ho ricevuto ordini precisi di rintracciarla da parte della Repubblica Lunariana. Non so per quale ragione. Mi hanno solamente ordinato d'andarla a prendere visto che la .... conoscevo. possibile ?]


16:30:10 Soho Sun: [Io l'ho vista scomparire. Magari l'ultima volta che mi ha contattato in chat sembrava nei casini, cercava disperatamente aiuto. Ed io sono corso. Può stare?]


16:30:28 Regista: [Sì]


16:32:08 Alexander Popov: <> dico qualcosa in russo a bassa voce. Cosa dovrei fare, prenderlo e portarlo via prima che succeda un casino ? Oppure arrestarlo e portarlo con me alle autorità ? Indurisco il volto prima di rilassarlo lievemente senza abbassare la guardia 


 


<> il tono è a metà fra l'inquisitorio e l'incredulo


16:33:31 Soho Sun: «No, ti stavo per chiedere la stessa cosa. Non so nemmeno dove mi trovo di preciso».


16:33:52 Soho Sun: «Tu che ci fai qui?»


16:34:20 Regista: Il posto è abbandonato probabilmente da anni. La cosa vi sorprende.


16:34:51 Soho Sun: In realtà penso di trovarmi nelle vicinanze della sua abitazione. Probabilmente nello stesso isolato.


16:34:52 Regista: Vetri rotti. Polvere. Nessuno in giro. Ma avete solo incominciato a guardare prima di incrociarvi.


16:36:01 Alexander Popov: <> ammetto alla fine <> dico osservando l'edificio


16:36:01 Soho Sun: «Mi hai spaventato...» proseguo, come corollario alla domanda precedente.


16:36:22 Regista: La zona è tranquilla.


16:36:50 Soho Sun: «Siamo in un quartiere abbandonato, o distrutto. Strano, non l'avrei mai detto».


16:38:07 Alexander Popov: <> improvvisamente sento qualcosa che mi pizzica nella testa, come un allarme. Che sia successo qualcosa prima del nostro arrivo ? Del MIO arrivo ? Magari Soho è interessato nella faccenda. La pressione della pistola nella fondina ascellare sotto il giubbotto è un aiuto psicologico confortante


16:38:43 Regista: [definite due aggettivi relativi alla vostra personalità]


16:39:10 Soho Sun: «Forse se uscissimo in strada potrei orientarmi più facilmente: conosco questa zona o, almeno, la conoscevo».


16:39:46 Soho Sun: [Hmmm... “Eclettico”.]


16:42:31 Regista: [state pensandoci?]


16:42:52 Soho Sun: [Io direi “Eclettico” ma ci sto tutt'ora pensando.]


16:44:44 Alexander Popov: [sto rimaneggiando la scheda menter andiamo avanti eh francesco.... direi che Alexander è 


 


PRUDENTE, TESTARDO]


16:45:06 Soho Sun: [Anzi, se me lo permetti preferirei “Spirito libero”.]


16:45:39 Soho Sun: [È meno forte di “Eclettico” e rende meglio l'idea che intendo io.]


16:46:47 Regista: [definiscimi spirito libero per capirci]


16:47:14 Soho Sun: [Un po' sognatore, un po' idealista, un po' avventuroso, provo di tutto.]


16:48:05 Soho Sun: [“Eclettico” è più tassativo sul fatto che faccio di tutto e cambio in continuazione; per me non è vero: ho solo le vedute aperte, ma sono abbastanza tassativo in quello che faccio, pur avendo alcuni hobby, rimangono hobby.]


16:48:27 Regista: [ chiaro]


16:51:05 Regista: Quando Alex guarda fuori per offrire di andare altrove incorcia lo sguardo con dei Marine in armatura che sono fuori dalla recinzione. Sono in movimento. Evidente dispiego da ricognizione. Le armature sono nere che denotano le forze distaccate ai servizi di sicurezza interna (lo spionaggio della repubblica). Sono in tre. Due uomini in ingrsso e una donna con la mano al comunicatore. 


16:51:44 Alexander Popov: <<


16:52:21 Soho Sun: [Io non me ne accorgo?]


16:52:26 Alexander Popov: <> mormoro <> osservo le armature nere della forze dei Marine. Perchè hanno mandato degli altri a svolgere il suo lavoro ? Perchè l'intel ?


16:53:30 Soho Sun: «Cosa c'è?» chiedo ad Alexander.


16:57:25 Regista: [quali sono i vostri pregi? e vostri difetti?]


16:59:20 Alexander Popov: <>






17:00:09 Alexander Popov: [Armi bianche , pregio moderato


Veloce di pensiero, pregio notevole. Difetti gradirei non prenderli a meno che non sia necessario.]


17:00:29 Soho Sun: [Io come pregio sono “Ammaliante” nel senso che sono una persona che piace: estremamente socievole, sia come amico che come amante; gradevole; ho anche tanta gente che mi odia, per il mio successo o per le miei idee.]


17:00:46 Soho Sun: [Sono la tipica figura da sfruttare per propaganda.]


17:01:54 Soho Sun: [Come difetto sono: “Temerario”, nel lato negativo: sono uno scavezzacollo, a volte imprudente, a volte ingenuo.]


17:02:48 Soho Sun: [... a volte solo troppo curioso. Il punto è che mi metto nei guai. La gente che mi odia lo fa specie per questo. Ho di fatto osato sfidare il regime con metà dei miei fumetti/anime. All'inizio non ci badavano: cose da poco, ma poi...]


17:03:05 Regista: [@stef ok


@dan ne devi prendere un altro di pregio: totale due Pregi, uno con intensità moderato e uno notevole.]


 


17:03:29 Soho Sun: [Ah, questo notevole allora.


17:03:31 Soho Sun: ]


17:03:45 Regista: [per il difetto puoi scegliere fino a due Difetti moderati o uno Notevole]


17:03:56 Soho Sun: [Uno notevole.]


17:04:04 Regista: [aggiungi un pregio equivalente di intensità]


17:04:36 Soho Sun: [Ah, quindi? Con le meccaniche non mi ci trovo: sto andando semplicemente a quello che voglio per il PG. Cosa mi rimane da scegliere?]


17:06:20 Regista: [devi prendere un pregio aggiuntivo notevole o due aggiuntivi moderati]


17:06:29 Regista: [puoi anche farlo dopo se vuoi]


17:06:39 Soho Sun: preferisco fissare tutto adesso


17:07:58 Soho Sun: [Due moderati: il primo è “Intuizione repentina”: vuol dire che so pensare velocissimo; che sia un'idea per un anime, che sia improvvisare un disegno, una poesia, un abbozzo di grafica, un'idea per un un regalo o per una festa]


17:08:32 Regista: [ok]


17:08:37 Soho Sun: anzi, facciamo che quello è notevole 


17:08:53 Soho Sun: [Un altro moderato non mi viene e d'altronde penso che quello sia meglio notevole.]


17:09:38 Soho Sun: [Se per te sta bene, io sono ok.]


17:10:04 Regista: [bene]


17:11:04 Regista: Entrambi siete disturbati da un rumore di passi repentino mentre un'ombra rapidissima passa per il corridoio davanti alla vostra porta aperta.


17:11:46 Alexander Popov: <> dico indicando poi la direzione <>


17:11:49 Alexander Popov: la voce è tesa ora


17:12:16 Soho Sun: «Diamine, sì! Ma cosa?» sono visibilmente turbato, ma provo come un distorto gusto di sapere cosa sia.


17:13:05 Regista: E' calato di nuovo il silenzio. Ma alex sa che i soldati dell'SSI sono silenziosi come la morte.


17:14:38 Soho Sun: «Tu sei qui da solo? Magari è Flat...» ops, me lo sono lasciato scappare. Pazienza: è un brutto momento di tensione.


17:15:14 Alexander Popov: Non voglio perdere tempo, non con l'SSI alle calcagna. Qualcuno dovrà darmi delle spiegazioni a missione finita, sempre che c'arriverò. Estraggo la pistola dalla fondina <> dico secc o mentre avanzo verso dove c'è stato il movimento. Armo la pistola e tolgo la sicura.


17:16:28 Soho Sun: Da una parte storco la bocca in un'espressione di preoccupazione ma dall'altra penso: “Che figata! Un militare vero ed un'operazione vera: posso prenderne spunto per le mie creazioni. Questo posto fa un sacco di atmosfera.”


17:16:58 Soho Sun: Gli sto dietro: non mi perderei qualunque cosa stia accadendo per nulla al mondo. E poi io *voglio* trovare Flatline. Davvero!


17:17:58 Regista: entrambi i lati del corridoio sono liberi. Alex però nota che un puntino rosso scandaglia le scale dal piano di sotto mentre a destra verso le scale del piano superiore è tutto tranquillo.


[il prudente e l'addestramento da marine di Alex gli permette di notare il dettaglio del puntino rosso].


17:19:48 Regista: [la sua familairità con l'SSI gli dice che se non vuole avere un sacco di mazzate e forse un'intossicazione di piombo prima che gli chiedano chi sia è il caso di evitare ogni approccio. La sua pistola poi può fare poco contro un'armatura di quel tipo]


17:21:51 Alexander Popov: *Merda* penso *quelli stanno cercando qualcosa qui dentro, spero che non sia Soho oppure...*


 


Faccio segno a Soho di seguirmi rapidamente mentre mi dirigo verso le scale superiori. Cercando di fare il minor rumore possibile.


17:23:06 Soho Sun: Lo seguo con un guizzo di entusiasmo. Non è che non mi stia rendendo conto del pericolo. È semplicemente che chiunque mi abbia impiantato i naniti da piccolo si deve essere dimenticato di metterci anche quello per l'autoregolazione dell'adrenalina e degli ormoni dell'entusiasmo.


17:23:20 Regista: [quale è il vostro problema. il pensiero che vi assilla e vi tormenta. La situazione che vorreste risolvere o evitare?]


17:24:11 Soho Sun: [Io vorrei seriamente che la Repubblica diventasse un posto libero e di uguaglianza, non una dittatura camuffata.]


17:24:33 Soho Sun: [Però non so se va bene per il mio PG...]


17:25:03 Regista: [qiella è la tua motivazione. puoi già segnarla]


17:25:20 Soho Sun: [Ah, giusto: segnamela allora!]


17:26:19 Regista: :)


17:26:41 Regista: [dovreste segnare voi :P poi passarmi i file please]


17:27:07 Regista: [il pg è una responsabilità del giocatore soprattuto ;)]


17:27:23 Soho Sun: [Ops, scusa, io credevo che facessi tu, perché io sono inesperto delle regole di "Sky Side".]


17:28:20 Soho Sun: [Il mio problema è che non riesco a creare relazioni stabili e sincere attorno a me: voglio dire, i miei fan amano più i miei lavori di me, i miei amici sono più colleghi che amici, di donne non ne ho e Flatline è solo una mia illusione, per ora.]


17:28:21 Alexander Popov: [io voglio servire la Repubblica Lunariana, è l'unica cosa che mi da fiducia]


17:28:26 Regista: [se avete già in mente una motivazione potete definirla]


17:28:43 Regista: [@stef ok]


17:28:46 Soho Sun: [Io ho fatto sia problema che motivazione, se per te va bene.]


17:29:05 Alexander Popov: [il mio problema è che assieme lala fiducia nel governo e nel sistema, ho aprtecipato anche ad azioni violente in cui non ho esitato ma che mi hanno fatto pensare]


17:30:44 Regista: [qualcosa che ti perseguita e delle cui conseguenze ti vergogni?]


17:31:08 Alexander Popov: [decisamente sì...]


17:31:30 Regista: [ok giusto per capire puoi anche dirmi no se mi sbaglio ;)]


17:33:05 Regista: [benissimo! come equipaggiamento è perfettamente lecito per voi presumere di avere tutto ciò che sia portatile e necessario alle vostre abilità]


17:34:06 Soho Sun: [Io ho una specie di palmare che fa un po' di tutto: legge musica, fa da telefono, naviga sulla rete, scatta foto, fa anche da tavoletta grafica formato A6.]


17:34:53 Regista: [un agente. è un mormale oggetto di uso quotidiano. Magari il tuo è un modello specializzato per artisti]


17:35:33 Soho Sun: [Sì. Per il resto adesso ho dietro la mia carta di credito, i miei documenti, e l'abbonamento per il trasporto urbano.]


17:37:16 Regista: salite al piano di sopra per le scale. Un paio di volte rischiate di mettere piede in fallo a causa del buio.


17:38:44 Regista: nel corridio si vede una debole luce. qualcosa è in funzione. Ha il tipico rumore del macchinario elettronico. Alex sente anche un breve tacchettio e poi silenzio.


17:39:26 Alexander Popov: qualcuno sta usando un macchinario. Ma cosa ? Mi avvicino alla porta con attenzione facendo segno a Soho di stare attaccato alla parete prima di sbirciare all'interno, arma in pugno


17:41:17 Soho Sun: Seguo le direttive, ma ogni tanto mi guardo indietro per cercare di capire chi ci stia seguendo.


17:42:25 Regista: all'interno davanti alla porta aperta si vede un computer collegato alla rete, evidentemente in funzione. Soho intuisce che si tratta del server da cui trasmette Flatline.


[la sua Abilità di hacker gli consente di capire che si tratta di un server da cui Flatline si collega]


17:43:37 Soho Sun: Mi sfugge un «Cazz–» soffocato in extremis. La stanza è vuota?


17:44:19 Alexander Popov: la stanza è vuota o presenta qualcuno ?


17:47:13 Regista: Ti ritrovi a puntare la pistola contro una donna che dal lato della porta ne punta una anche contro di te. La sua però è solo elettrica e quindi non letale. anche nella penombra capisci che indossa vestiti da alta borghesia con un generoso balconcino e porta i capelli corti. Il suo sguardo deciso si incrocia col tuo.


17:48:01 Soho Sun: «Flatline...» sussurro con preoccupazione e speranza.


17:48:38 Soho Sun: E mi faccio avanti mettendomi tra i due.


17:48:45 Alexander Popov: <> dico deciso. Con l'SSI in zona non ho intenzione di perdere tempo. Poi sento Soho e ho un'esitazione, la pistola s'abbassa lievemente.


17:48:58 Soho Sun: [Se i difetti ce li abbiamo, interpretiamoli... lol]


17:51:28 Regista: La donna sembra un po' sorpresa. Abbassa l'arma e scuote la testa. Venite interrotti da passi sia dalla sinistra che più frenetici da destra dove dovrebbero essere quelli dell'SSI.


17:52:03 Soho Sun: «No!» dico mentre mi frammetto ai due.





 

17:52:27 Regista: http://darcad.deviantart.com/art/Sketch-Sky-Side-Amelie-111602767


17:53:01 Regista: non siete nel corridoio quindi siete fuori vista da entrambi coloro che producono tali passi.


17:53:48 Soho Sun: [Ma quella che ho davanti è davvero Flatline?]


17:53:56 Alexander Popov: <> il tono è duro mentre cerco di formulare un qualsiasi piano d'emergenza per andarsene. Non voglio morire impallinato dal friendly fire!


17:54:24 Alexander Popov: comunque noto la ragazza, come faccio a non notarla ? [Charlie **]


17:54:53 Soho Sun: Annuisco alle parole di Alexander: «Mi piacerebbe capire cosa stia succedendo» commento spaesato.


17:57:15 Alexander Popov: <> il tono non è molto amichevole


17:57:45 Soho Sun: Annuisco con un nodo alla gola. «Non vuol dire nulla di buono...»


17:58:10 Regista: La donna si allontana dalla porta per avvicinarsi e si abbassa per rimuoverla. I passi si fermano e poi partono frenetici "Eccola! Bloccatela!". non riuscite a vederli perché siete al riparo ma capite che sono l'SSI.


17:59:48 Soho Sun: Sto cominciando silenziosamente a preoccuparmi. Sono alcuni anni che protesto per i metodi duri delle forze di polizia della Repubblica. Figurarsi cosa fa l'SSI.


18:00:21 Alexander Popov: *Cazzo!!! CAZZO!!!* non ho assolutamente intenzione di farmi sparare addosso dalla SSI <> dico sottovoce a Soho mentre guardo alla sinistra dove venivano degli altri passi. Al diavolo quella ragazza. Non ho di certo intenzione di mettermi nei guai, ma appena rientro, farò un rapporto a riguardo. Noto qualcosa sulla nostra sinistra da dove venivano i passi meno 


18:00:22 Alexander Popov: frenetici ?


18:01:22 Soho Sun: A me, invece, la ragazza sta a cuore. Cazzo! Sono venuto fin qui da solo per lei. Non la lascerei in questa merda per nulla al mondo, anche se probabilmente non mi rendo conto che le sarei solo di peso.


18:03:24 Regista: Soho e alex incrociano lo sguardo con una ragazza che attraversa in quel momento il corridoio. i suoi occhi sono blu elettrico e dei cavi si trascinano dalla tuta aderente che indossa. Delle strisce rosso fuoco le attraversano il viso e brillano al buio. dall'altro lato arrivano i due soldati.


18:03:57 Alexander Popov: [Alt un secondo che non comprendo bene la dinamica]


18:04:29 Alexander Popov: [allora... alla nostra DX è andata la ragazza di prima per incontrare i soldati, mentre alla SX una ragazza appare per poi scomparire e stanno entrando due soldati?]


18:04:45 Soho Sun: [Nemmeno io.]


18:05:17 Soho Sun: [Mi sa che è la donna che stava con quelli dell'SSI, mentre quella che è con noi è Flatline, ma non ho capito che sta facendo.]


18:05:39 Regista: [i soldati raggiungono la ragazza. voi siete al riparo dentro la stanza. e quindi non visti. per ora]


18:06:07 Soho Sun: [Quale ragazza, quella che sta con loro?]


18:06:39 Regista: [no questa http://darcad.deviantart.com/art/Sketch-Sky-Side-Psyke-112010683


18:08:10 Alexander Popov: La cosa comincia decisamente a non piacermi, siamo dei ratti in trappola. C'è un modo per uscire da questa stanza a parte le due porte ? O passaggi di condutture ?


18:08:10 Soho Sun: [Ok, sul serio: non sto capendo nulla... Non capisco se abbiamo incontrato Flatline o era un altra.]


18:08:18 Soho Sun: *un'altra


18:08:37 Regista: [questo dubbio dovrebbe esserci :P]


18:09:23 Soho Sun: [Quindi ricapitolando: con noi nella stanza c'è una donna, ma fuori i soldati stanno andando incontro ad un'altra donna.]


18:09:40 Regista: [that's right :) ]


18:10:31 Soho Sun: [Hmm, potrei fare delle cose stupidissime per stare nel ruolo di questo personaggio...]


18:12:17 Regista: considerata la tua motivazione non sei obbligato.


18:12:50 Soho Sun: [In che senso?]


18:12:55 Regista: La tipa in stanza con voi riesce a togliere la grata e ci si infila dentro


18:13:26 Alexander Popov: [ora ho capito di più]


18:14:01 Soho Sun: È come un'abbaglio dentro di me: quella abbiamo incrociato non è Flatline? O forse sì. È un gioco della luce, un dubbio che scioglie i sensi. Quella che è fuori è Flatline. O forse no? Cosa ti dice il tuo istinto, Soho Sun? Cosa ti dice? Qualcosa ti stupido ti barcolla nella mente: e se quella là fuori fosse Flatline? La luce è poca per stabilirlo. Ma tu non vuoi davvero rischiare di perderla?


18:14:31 Alexander Popov: penso che non ci sia altra scelta se non seguirla, di certo è meglio che rimanere qui e farsi sparare o interrogare dalla SSI ... inoltre la missione non è ancora compiuta, non potrei tornare alla base, non quando sono così avanti.


18:15:24 Soho Sun: Baleno passando da una parte della porta all'altra: «Nooo! Lasciatela stare». Nella speranza di attirare stupidamente l'attenzione per farle guadagnare qualche prezioso istante.


18:15:31 Regista: "volete schiattare laggiù?" arriva una voce dalla grata.


18:16:04 Regista: dal condotto pardon


18:16:14 Soho Sun: [Sì, avevo intuito.]


18:16:53 Alexander Popov: <> mormoro a denti stretti <>


18:17:40 Regista: Soho può vedere che la nuova arrivata sta evitando i pugni dei soldati muovendosi velocissima. non ci mette molto più di un secondo per rovesciarne uno a terra.


18:18:51 Soho Sun: «Vai tu!» dico ad Alexander. «Qualcosa mi dice che devo attendere».


18:20:25 Alexander Popov: [quindi... una ragazza sta usando il condotto aperto dalla grata per fuggire, l'altra, quella "robotica" sta picchiando i soldati giusto ?]


18:21:00 Regista: Un cavo attaccato alla ragazza luminosa sferza verso Soho violentissimo. [esatto]


18:22:36 Alexander Popov: Cerco di tirare giù Soho se ce la faccio


18:23:17 Soho Sun: Ma io voglio rimanere lì, capire chi diavolo sia questa. Non sto capendo nulla.


18:23:23 Regista: [@stef Abilità? Pregi? scegli come usarli]


18:24:39 Alexander Popov: [l'abilità Marine potrebbe aiutare per la reazione immediata]


18:26:28 Regista: [ok... lancio dadi]


18:28:28 Regista: [due successi. te ne servono 4 perché è molto difficile data la velocità a cui avviene il tutto e la distanza che vi separa dato che stavi per entrare nel condotto.]


18:28:39 Regista: [vuoi spingerti oltre?]


18:28:59 Regista: [significa che ti impegni più del normale anche a costo di farti male]


18:29:07 Alexander Popov: [ci provo]


18:29:35 Regista: [reroll degli isuccessi e due dadi extra ma gli insuccessi che escono ti costano una conseguenza]


18:29:41 Soho Sun: «Ehi! Ma cosa stai...?!» mi dimeno.


18:29:58 Regista: [rilancio di 5 dadi]


18:30:55 Regista: [un 6 che vale due successi, un 5 che vale un uno e un 2]


18:31:17 Regista: [prendi un punto di stress. ora stai a uno]


18:31:40 Regista: [un solo insuccesso. conseguenza lieve]


18:32:26 Alexander Popov: [aiuto]


18:33:48 Regista: il cavo che si dimena ti sfiora la spalla tagliando, una ferita leggera a Alex. brucia ma nessuna conseguenza ulteriore. In compenso riesce con un impeto a prendere Soho facendolo abbassare e poi tirandolo indietro non prima di essere tagliato dal tentacolo. Il cuore di Alex batte forte e ha l'adrenalina alta.


18:34:54 Regista: [avresti dovuto narrare tu stef ma era per farti capire come fare. le prox le gestisci tu se le vinci ;) ]


18:35:03 Alexander Popov: [ok]


18:36:06 Alexander Popov: digrigno i denti per l'improvvisa sferzata mentre lascio Soho <> gli intimo. Qualsiasi cosa sia quella cosa, può fare molto più male rispetto al dovuto.


18:37:08 Soho Sun: [Ma io non posso far nulla per oppormi? Mi è sempre stata invisa l'autorità dei soldati della Repubblica.]


18:40:48 Regista: Si sente un rumore violento di cose che si fracassano e la parete perde calcinacci dove i cavi si abbattono violentemente.


[devi opporti ad Alex che ti tira ed è già ferito per causa tua. perde sangue dal braccio]


18:41:06 Regista: [la scelta però sta a te]


18:42:17 Soho Sun: [Ok, dai. Scelgo di scendere nella grata, perché mi sta venendo un serio dubbio sul fatto che quella possa non essere Flatline. Ma tengo il muso.]


18:43:02 Alexander Popov: [se lui entra lo seguo il più rapidamente possibile ignorando il dolore se posso]


18:45:55 Regista: Mentre vi muovete al buio sentite prima un rumore cigolante e poi lo sfascio completo mentre precipitate. Il buio vi avvolge.


18:46:06 Alexander Popov: Spalanco gli occhi sentendo il vuoto sotto di me il fiato spezzato, incredulo mentre volo nel nulla e nell'ignoto.