Brothers in Arms :: Dossier n° 7

(15.20.39) Cartomante: I partigiani vi osservano mentre vi portano all'interno delle camerate del castello, potete constatere come siano solo una trentina d'elementi alcuni sono giovani, altri addirittura donne anche se non sembrano portare armi
(15.22.26) Anthony Baldini: Mentre mi aggiro per le stanze ed i corridoi del castello sono muto ed osservo, preso dalla sindrome che caratterizza tutti gli Americani, quando lasciano il loro giovane paese per recarsi ad ammirare i capolavori secolari dell'arte della vecchia Europa.
(15.23.15) Anthony Baldini: Il tempo, come la morte, esercitano su di me un grande fascino.
(15.23.22) Cartomante: mentre siete nella vostra camerata al fresco, fra le spesse mura del castello, ove una finestra verso la parte alta del muro illumina l'interno. La camera è spoglia anche se vi sono numerosi arazzi agganciati al muro e un camino molto largo e profondo
(15.24.18) Cartomante: [se volete fare qualcosa ditelo altrimenti andiamo oltre]
(15.24.47) Anthony Baldini: [No no, non è adesso il tempo. Prima o poi vorrei parlare col medico, ma all'inizio il personaggio si deve ambientare.]
(15.25.27) Cartomante: [Roy?]
(15.26.41) Roy Sikes: [a parte il mio personaggio che lascia andare giù l'equipaggiamento ma tiene baionetta e pistola con sicura inserita. non si sa mai. è diventato un tantino paranoico.]
(15.27.26) Roy Sikes: [appena c'è tempo roy vorrebbe controllare come stanno messi a sorveglianza e sicurezza del posto...ha gli incubi dei Morti che entrano]
(15.27.46) Roy Sikes: [però lo può anche fare in downtime se non siccede nulla nel farlo]
(15.29.33) Cartomante: Mentre finite di sistemarvi nella camera, con Gunther ancora con voi, sentite la porta di legno antico aprirsi con un leggero cigolio. Una persona senza capelli con due occhiali tondi e un camice lungo bianco entra con una borsetta al fianco.

"Bonjour" dice semplicemente mentre appoggia la borsa sulla parte superiore del caminetto "I miei compagni mi hanno detto di controllarvi"
(15.29.54) Cartomante: nel dirlo con un tono tranquillo apre la borsa estraendovi uno stetoscopio
(15.30.36) Anthony Baldini: Saluto il medico, con fare cordiale, da buon americano di famiglia italiana. Sono tranquillo al contatto con gli strumenti medici: quelli sono il mio mondo.
(15.33.13) Roy Sikes: [i camici bianchi e strumenti medici fanno venire tensione a Roy...]
(15.33.24) Anthony Baldini: Mentre mi controlla esordisco, controvoglia per aver violato il cupo silenzio della stanza, nel quale la mia mente riflessiva si crogiola, ma forzato dal desiderio di scambiare pareri col ritrovato 'collega'.
(15.33.59) Anthony Baldini: "Prima di lasciare l'America, studiavo medicina all'università..." dico, stentando nel parlare, alla ricerca delle parole.
(15.35.05) Anthony Baldini: "Lei... cosa pensa? Una nuova epidemia? Un virus studiato dai Tedeschi? O la vendetta di Dio per i crimini dell'umanità intera in questa guerra?"
(15.35.11) Cartomante: Il medico si avvicina a voi, Gunther osserva il medico in maniera interrogativa, non sa cos'aspettarsi dal futuro ed è agitato. Il medico osserva Anthony "Quindi può darmi una mano con il vostro ferito" indica il tedesco con lo stetoscopio "Cosa gli è successo ?" osserva poi con uno sguardo lacunoso e senza emozioni verso Roy... come fosse solo un altro di una lunga serie
(15.36.23) Anthony Baldini: "Molto volentieri" cambio tono. Sono molto concentrato sul mio lavoro. Per una famiglia relativamente povera di Little Italy, il padre fioraio, il mio sogno, sin da piccolo, è sempre stato di fare il medico, anche per concedere ai miei una vecchiaia relativamente agiata.
(15.36.57) Anthony Baldini: Mi avvicino a Gunther. "E' stato ferito alla gamba da un colpo di mitragliatrice d'aereo alleato nostro".
(15.37.26) Anthony Baldini: "Direi che l'ha preso solo di striscio, altrimenti la gamba gli sarebbe saltata, considerando il calibro di quegli affari".
(15.37.59) Anthony Baldini: "La ferita è stata molto dura da medicare, specialmente senza i giusti strumenti. Temo ancora il peggio..."
(15.38.29) Cartomante: Gunther osserva prima Roy poi Anthony e il medico , ha il viso agitato ma lascia fare fidandosi di quelli che lo avevano salvato fino ad ora. Il medico si piega e comincia a controllare la ferita in maniera attenta mentre ascolta Anthony. Gunther stringe i denti e si lamenta mentre la fasciatura viene aperta e analizzata.
(15.39.32) Cartomante: il medico senza voltarsi verso Anthony comincia a parlare "Mi prenda una fasciatura e del disinfettante nella borsa... la bottiglia" prende la vecchia fasciatura nel contempo e senza molte premure la getta di lato
(15.40.05) Anthony Baldini: Eseguo gli ordini silenziosamente e disciplinatamente.
(15.41.18) Anthony Baldini: Guardo il medico con emozione eseguire il suo lavoro. Un giorno, io volevo diventare come lui. Ora, con questa guerra, con questi demoni sulla terra, non so più cosa voglio. Forse semplicemente morire. Oppure disperatamente vivere.
(15.41.24) Roy Sikes: Roy aspetta in apprensione il responso del medico. Si rende conto di non essere stato ferito e ringrazia silenziosamente il suo angelo custode.
(15.41.34) Cartomante: Gunther si lamenta fortemente mentre la bottiglia, una bevanda alcolica viene versata sulla ferita. Subito dopo il medico lo fascia rapidamente con energia, non un'espressione sul volto
(15.42.40) Cartomante: si alza poi lentamente pulendosi le mani sul camice e si gira osservandovi, non un'espressione sul volto "Il tedesco potrebbe farcela ma ha perso molto sangue, l'arteria della gamba è stata quasi colpita ma potrebbero esserci ripercussioni.... voi siete feriti ?"
(15.42.45) Anthony Baldini: Ammiro anche la freddezza con cui il medico esprime la sua professione. Il vero medico deve mascherare la nobiltà d'animo della sua missione guaritrice con la freddezza più assoluta nelle espressioni. E' un mestiere austero, quello del medico.
(15.43.48) Anthony Baldini: "Io ho un colpo di striscio di fucile alla spalla" e la indico. "Ma è parecchio che non ne sento gli strascichi, se non una punta di dolore, quando mi sforzo".
(15.44.31) Cartomante: "Allora lei è a posto, il suo amico invece ?" osserva Roy in maniera analitica dalla distanza
(15.45.59) Roy Sikes: "Sì certo... neanche un graffio..." rispondo rapidamente quasi temessi.
(15.47.01) Cartomante: Il medico vi osserva un attimo poi fa un leggero cenno col capo "Resta il fatto che devo controllarvi considerando che siete stati a contatto con quelle cose". Tom osserva la scena tranquillamente , in maniera apparente almeno
(15.47.11) Anthony Baldini: "Se fosse un virus" riprendo "lei pensa che il contatto col sangue...?" non oso proseguire.
(15.47.35) Anthony Baldini: Vengo scosso da un brivido freddo alla colonna vertebrale.
(15.47.39) Roy Sikes: "Qualcuno sa cosa sta succedendo?" Dico con una punta di esasperazione.
(15.47.53) Cartomante: Rimane in silenzio non rispondendo alla domanda di Anthony "Prego" dice verso Roy "si tolga la giacca e la maglietta vorrei farle un controllo generico"
(15.48.05) Anthony Baldini: 'Solo Dio' penso tra me e me. 'Solo Dio'.
(15.48.47) Anthony Baldini: Comincio freddamente a spogliarmi anche io. Nel frattempo aguzzo, la vista, catturato dai miei oscuri appetiti e dalle mie innominabili passioni.
(15.50.48) Roy Sikes: Ho una esitazione infine vedendo la diffidenza mi dico che non ho nulla da nascondere e faccio come mi chiede.
(15.52.25) Cartomante: Il medico vi fa una visita generica a tutti e tre, Gunther escluso poi ripone diligentemente i propri strumenti nella borsa. I rumori nella stanza sono leggermente amplificati.

"A quanto pare state bene e non avete anomalie di sorta" si gira poi dopo aver chiuso la borsa con un rumore secco "Quante volte siete stati a contatto con quelle cose ?"
(15.53.03) Anthony Baldini: "Un paio di volte" dico telegrafico.
(15.55.12) Anthony Baldini: Comincio a rivestirmi. Constato che i vestiti cominciano a puzzare di capra per il sudore.
(15.55.27) Roy Sikes: "contatto fisico zero. Ma vicino un paio di volte." sono preoccupato e odio che il dottore mi temga sulle spine. Fatico a non arrabbiarmi.
(15.56.24) Cartomante: "Très bien" dice "se avete qualche domanda potete porgermela considerando che sono l'unico in grado di darvi informazioni al momento, i miei compagni sono usciti per una perlustrazione"
(15.56.25) Anthony Baldini: "Potrebbe essere un ceppo a diffusione aerea, come l'influenza..." dico ancora, non rendendomi conto che così facendo non faccio che aumentare la tensione mia e dei miei compagni.
(15.57.26) Cartomante: Tom osserva con un'occhiata preoccupata Anthony
(15.57.49) Cartomante: "Se fosse così Messieurs saremmo tutti infetti invece colpisce solo chi muore.... anomalo"
(15.58.24) Anthony Baldini: "Se fosse un virus che rimane latente fino alla morte cerebrale dell'infetto?"
(15.59.35) Cartomante: Alza il sopracciglio "I tedeschi devono avere veramente una mente perversa Messieurs per generare un abominio del genere nel caso"
(15.59.46) Anthony Baldini: "Forse non ha la forza per penetrare le barriere immunitarie quando esse sono ancora attive, ma con la morte clinica e la putrefazione delle cellule..."
(16.00.12) Anthony Baldini: "Signore, io ho fatto saltare la testa a due di quelle creature, ed erano ancora 'vive'..."
(16.00.20) Roy Sikes: "un'arma dei crucchi? Magari si potrebbe chiedere al ragazzo che è con noi. Forse ha ricevuto disposizioni a riguardo." suggerisco.
(16.01.18) Anthony Baldini: Continuo a delirare: "... solo quando anche la loro cassa toracica era distrutta, e con essa il loro cuore, si sono fermati".
(16.01.48) Cartomante: "Le armi sembrano non fare niente a questi esseri.... uno dei nostri prima che scomparisse era riuscito a fermare un corpo solo facendolo a pezzi con l'accetta per tagliar legna" fa una breve pausa osservando Roy poi "Potrebbe essere un'arma chimica, d'altronde da questi maiali non ci sarebbe molto di cui essere sorpresi"
(16.02.11) Anthony Baldini: Ora mi sono raggomitolato tra me e me e mi tengo la testa tra le mani e le ginocchia. Continuo a rivedere nella mia mente le scene con i Morti alle quali ho partecipato.
(16.04.16) Anthony Baldini: Alzo la testa. "Potrebbe essere un neurotrasmettitore sintetico che riattiva le sinapsi cellulari dopo il decesso. Forse ha bisogno del sistema nervoso centrale per funzionare. Quindi del cervello e del midollo spinale".
(16.05.43) Anthony Baldini: Mi giro verso Roy: "Proviamo a chiedere a Gunther". Poi al medico: "Lei sa il tedesco?"
(16.06.26) Cartomante: "Non molto" poi si avvicina e si piega su Gunther che ha seguito finora la conversazione non capendo nulla, il volto è agitato, preoccupato
(16.07.37) Cartomante: Il medico comincia a parlare in tedesco, il volto di Gunther pare rilassarsi un attimo sentendo una lingua conosciuta con cui comunicare. La sua voce è bassa alterata dalla preoccupazione e dall'agitazione.

"Dice di non sapere cosa sia successo, ha visto anche i suoi compagni rialzarsi e pensava d'essere arrivato all'inferno"
(16.07.41) Roy Sikes: "Sta tranquillo, ormai sei dei nostri." gli metto la mano amichevolmente sulla spalla e uso un tono rassicurante. Sono sincero ormai mi ci sono affezionato. Dopotutto mi sento ormai come se la guerra non ci fosse più...
(16.09.08) Anthony Baldini: Osservo compartecipe alle emozioni di Roy.
(16.09.10) Cartomante: Il medico torna a parlare con il tedesco che risponde ancora. "Dice che non sa nulla d'armamenti o disposizioni speciali.... potrebbe essere vero" il medico osserva con uno sguardo ostile Gunther, uno sguardo ostile concentrato negli occhi
(16.09.59) Anthony Baldini: "Signore" dico "se fosse un'arma speciale potrebbe esserne all'oscuro: è solo un soldato semplice. Magari gli ufficiali ne erano al corrente".
(16.10.51) Cartomante: "può essere...." poi si volta "avete notizie dei vostri compagni ? Sapete se l'invasione ha avuto successo ? Dopo la comunicazione dell'avvenuta invasione e la mobilitazione dei gruppi partigiani non abbiamo più ricevuto notizie"
(16.11.46) Anthony Baldini: "No, signore, dovevamo reincontrarci a Vire, ma non sappiamo nulla dei nostri comp--" mi fermo quando mi accorgo di aver accidentalmente rivelato delle notizie segrete.
(16.12.17) Anthony Baldini: Comincio a chiedermi, tra me e me, se abbia ancora senso, allo stato attuale, giocare a fare la guerra con l'inferno che si è scatenato là fuori.
(16.12.26) Cartomante: "Vire...." scuote il capo leggermente rimanendo in silenzio
(16.13.19) Anthony Baldini: Aguzzo l'attenzione e lo sguardo verso il medico: che ne sappia più di noi sui nostri compagni?
(16.16.17) Cartomante: Osserva voi tre, poi prende la borsa "Devo andare, se non avete altre domande ovviamente"
(16.16.41) Anthony Baldini: "E' successo qualcosa a Vire?" dico impaziente.
(16.17.33) Cartomante: "A Vire.... non c'è più un'anima viva come avete potuto vedere"
(16.17.44) Cartomante: Tom osserva Roy con sguardo preoccupato
(16.18.33) Anthony Baldini: Comincio a scuotere la testa e la ripongo placidamente in mezzo alle gambe.
(16.19.12) Roy Sikes: "come è successo...?" chiedo.
(16.21.28) Cartomante: Il medico osserva voi tre "non so se è meglio dirvelo o meno ma...." si sistema gli occhiali tirandoli su col dito, lo sguardo inespressivo, una nota maligna negli occhi "Sono stati i vostri compagni a farlo"
(16.22.08) Roy Sikes: rimango scioccato. "Ma come?"
(16.23.13) Anthony Baldini: Alzo la testa con lo sguardo iniettato di sangue: "Questa è una menzogna! Questa è una menzona!? Questa è una menzogna? Questa è..."
(16.23.46) Anthony Baldini: Mi blocco, sorprendendomi per la mia mancanza di controllo. Cosa avrà voluto dire il medico?
(16.24.09) Cartomante: "Alcuni boschè avevano ucciso dei civili come rappresaglia... o perlomeno questo è ciò che ci ha detto la signora Jereveux quando l'abbiamo salvata. I corpi si sono rianimati e hanno attaccato chiunque si trovasse sul loro passaggio.... inclusi gli americani che alcuni partigiani avevano in custodia. Presi dal terrore hanno ucciso chiunque abbia cercato di fermarli...." si sistema gli occhiali
(16.25.11) Anthony Baldini: Torno ancora una volta con la testa tra le gambe. Questa volta, ascoltando con attenzione, si può sentire il sussurro della mia voce pregare per i morti.
(16.25.18) Roy Sikes: "Oh cristo...Ma allora ce sono centinaia la fuori..." dico a occhi sgranati.
(16.25.20) Anthony Baldini: Per i morti e per i peccati dei carnefici.
(16.25.22) Cartomante: si ferma osservando voi tre. Tom è estereffato, non crede a ciò che sente. Gunther ignaro dei discorsi si guarda attorno. Il medico riprende "Li abbiamo falciati appena sono usciti dalla città... non sapevamo ancora di queste bestie....."
(16.25.44) Cartomante: "Non lo so Messieurs.... spero che non sia così"
(16.27.19) Cartomante: "Il vero problema è che altri americani giunsero nella città e non ne sono usciti" fa una breve pausa "Li avevamo accolti e avvertiti che a Vire non ci si poteva andare, sono addirittura sorpreso del fatto che non abbiate incontrato nessuno di loro durante il vostro viaggio"
(16.28.20) Anthony Baldini: Finite le mie preghiere, alzo la testa rivolgendomi al medico, ignorando le sue parole: "C'è un prete qui?"
(16.28.39) Anthony Baldini: "Un prete cattolico" aggiungo.
(16.29.52) Cartomante: il medico fa un cenno d'assenso "anche se è a un villaggio vicino"
(16.29.58) Roy Sikes: resto in silenzio. Ho finito le parole.
(16.30.43) Anthony Baldini: "Dovrebbe venire qui al castello. Là sarà in pericolo, immagino. Questo castello avrà una cappella, o qualcosa del genere".
(16.31.26) Anthony Baldini: "Comunque, non abbiamo incontrato nessun americano da giorni, ormai".
(16.31.42) Cartomante: "Sono preoccupato allora , potrebbe essere fallita l'operazione"
(16.31.54) Anthony Baldini: "Signore, lo temo".
(16.33.21) Cartomante: "Ora riposate .... se siete realmente gli unici che si sono salvati... siete forse gli unici che possono dire cosa stà succedendo agli Alleati per battere i nostri invasori"
(16.33.34) Anthony Baldini: "Dannazione! Sono un soldato: ho bisogno di ordini. Cosa facciamo? Tom? Roy?"
(16.34.27) Cartomante: Tom scuote il capo sconsolato, mentre Gunther si rende conto dell'aria pesante che è calata nella stanza, sembra anche aver capito qualche parola a riguardo.
(16.35.04) Roy Sikes: Sospiro. "meglio dormirci sopra... Io mi sento esausto. dopo avremo le idee più chiere"
(16.35.39) Cartomante: Il medico nel frattempo prende le proprie cose e si dirige verso l'uscita "Siete liberi d'andare per il castello come volete tranne nelle segrete... quella è un'area ristretta dove non potete andare... vi auguro un buon riposo"
(16.36.13) Anthony Baldini: Annuisco a Roy. "Sempre che ci riesca di dormire..."
(16.36.43) Anthony Baldini: E mi corico sul letto, fissando l'arazzo a muro e sperando di prendere sonno e di non incontrare incubi.
(16.37.07) Cartomante: Tom fa un cenno d'assenso e anche Gunther vedendo distendere Anthony, fa lo stesso
(16.39.04) Roy Sikes: [prossima scena? Roy impatta contro il letto e ha gli incubi sulla bambina.]
(16.41.44) Cartomante: La giornata passa... sembra essere lunga... sapete soltanto che vi svegliate a quella che sembra una mattina da un bussare sommesso alla porta. La luce entra a sprazzi dalla finestra stessa.
(16.42.39) Cartomante: Tom ha le occhiaie sotto gli occhi mentre si accarezza la testa. Gunther pure si sveglia rigirandosi nel letto
(16.45.39) Cartomante: "ragazzi come state ?" chiede Tom girandosi verso di voi
(16.46.01) Anthony Baldini: Io ho sognato l'angelo della morte del Signore che mi veniva a cercare per i miei peccati. Allora io, per allontanarlo, bagnavo di sangue di agnello lo stipite della porta per allontanarlo. Poi, al suo posto arrivavano i Morti che bussavano alla porta, la sfondavano e mi divoravano mentre ero ancora vivo. La cosa più orrenda è stato il fatto di non essermi svegliato da solo. Per fortuna che quel fracasso mi ha fatto rinvenire.
Quando mi sveglio sono sudato, non solo perché è giugno. Mi faccio il segbo della croce e mi inchino verso est, dove il sole è sorto e recito la preghiera del mattino.
(16.46.23) Anthony Baldini: Non rispondo a Tom: il mio comportamento da solo dovrebbe dirla lunga.
(16.47.16) Cartomante: alza il sopracciglio per poi avvicinarsi a Gunther e dargli una scrollata, il tedesco si sveglia di soprassalto
(16.47.53) Roy Sikes: Io sono già sveglio ma con il cuscino sulla faccia, come se non volessi vedere.
(16.48.06) Roy Sikes: Mi alzo di malavoglia.
(16.48.34) Cartomante: la porta si apre con un cigolio
(16.49.59) Anthony Baldini: Mi giro di scatto.
(16.50.19) Anthony Baldini: Che sia l'angelo della morte o una schiera di morti demoniaci?
(16.50.31) Cartomante: si presenta la persona che vi ha salvato a Vire con il suo inglese con pesante accento "Bonjour.... ca và? Spero che vi sìate ripòsatì" il tono è tranquillo mentre entra nella stanza
(16.50.56) Roy Sikes: guardo teso la porta finché non vedo chi è.
(16.51.51) Anthony Baldini: Torno a dedicarmi alle mie preghiere senza rispondere.
(16.54.18) Roy Sikes: "Tutto a posto da voi?" chiedo distrattamente mentre mi alzo e prendo le mie cose, lo stretto necessario per andare in giro.
(16.55.30) Cartomante: Tom fa un cenno d'ok con la mano sinistra mentre aiuta Gunther ad alzarsi
(16.56.02) Cartomante: "Oggi vedremo d'aggiornavì sulla situazionè oui ?" dice il francese mentre si avvicina a Roy
(16.57.25) Roy Sikes: Annuisco. "Non sono sicuro che abbiamo tanto tempo per agire. Abbiamo una raadio qui? I notiziari potrebbero dire qualcosa."
(16.57.40) Anthony Baldini: Termino le mie preghiere e mi affretto a sistemare le mie cose, sempre molto silenziosamente. Chi mi stesse osservando, noterebbe che tengo il mio equipaggiamento con una cura insolita, maniacale.
(16.58.22) Cartomante: "Non abbiamo notiziè dagli alleati da molto tempo ormai.... però abbiamo avuto numerosi rapporti dai nostri compagni prego seguitemì"
(16.58.29) Cartomante: fa un cenno col capo e con la mano verso il corridoio
(16.58.53) Roy Sikes: Seguo con impazienza il francese
(16.59.30) Anthony Baldini: Mi metto in coda al gruppo.
(17.00.14) Cartomante: Dopo aver passato numerosi corridoi, vedete una stanza piantonata da due partigiani con le armi in pugno. La porta ha due ante e sembra l'accesso a una stanza grossa. "Lui dovrà stare all'esterno" dice il francese indicando Gunther. "Rimango io con lui" dice Tom "non preoccupatevi"
(17.01.07) Anthony Baldini: Annuisco pacatamente. Non ho una bella cera, stamane.
(17.01.36) Roy Sikes: La tensione mi tiene focalizzato. Ho paura di cedere al momento meno opportuno.
(17.02.53) Cartomante: I due partigiani a un cenno del francese aprono le porte. La stanza che vi si presenta davanti ha del surreale. Un lungo tavolo al centro e numerose librerie ai lati di quella che sicuramente un tempo era una sala da ricevimento. Numerosi specchi fanno da contorno a un soffitto a cassoni finemente decorato con molti simboli di antiche linee di sangue nobili.
(17.03.41) Cartomante: Piegati sul tavolo e sulla larga mappa distesa sullo stesso, vi sono alcuni uomini, che alzano il capo osservandovi nel vedervi entrare
(17.04.11) Anthony Baldini: Guardo la grande stanza decisamente affascinato, per un attimo risucchiato via con forza dai miei terribili incubi ad occhi aperti.
(17.04.41) Roy Sikes: "Allora? potete aggiornarci?" chiedo impaziente.
(17.06.56) Cartomante: uno di loro, un uomo con dei baffetti corti fini osserva Roy sorridendo lievemente "Sempre irruenti e impazienti voi americani" l'accento è fine non è pesante come gli altri che avete sentito "Vi prego di prender posto. Il mio nome è Francoise Garlìn e sono un ufficiale in ritiro dell'esercito francese, questi sono i miei luogotenenti e ufficiali in campo" li indica senza dar loro un nome prima
(17.07.05) Cartomante: di tornare a guardarvi "con chi ho il piacere di parlare ?"
(17.08.39) Roy Sikes: Lascio che sia Anthony a parlare. Dopotutto non ci prendo con le persone. Guardo Anthony come per rimandare a lui le presentazioni
(17.09.15) Anthony Baldini: Rinvengo dai miei pensieri per ricordare la dura disciplina militare. "Anthony Baldini, soldato semplice della 101ma divisione aviotrasportata degli Stati Uniti d'America, Signore".
(17.09.29) Anthony Baldini: E, naturalmente, faccio il saluto militare e mi metto sull'attenti.
(17.11.03) Anthony Baldini: Poi guardo Roy, in attesa della sua presentazione.
(17.11.04) Cartomante: Il francese risponde con un saluto militare "Soldato rimanga pure sul riposo, il suo compagno invece ?"
(17.11.20) Anthony Baldini: Rompo il saluto e la posizione di attenti.
(17.12.30) Anthony Baldini: Imbarazzato dal silenzio esordisco anche per Roy: "Lui è Roy Sikes, un mio commilitone".
(17.13.13) Cartomante: fa un mugugno il francese "Capisco... siete rimasti scioccati immagino dalla situazione anomala che si è creata nel paese all'alba del 6 giugno..... nessuno di noi era preparato per una cosa simile"
(17.13.22) Roy Sikes: Annuisco.
(17.15.23) Cartomante: "I rapporti che abbiamo ricevuto" fa segno d'avvicinarvi "sono alquanto confusi... la cosa certa è che ci sono stati attacchi da parte di forze alleate in tutto il territorio della normandia e della bretagna" indica i posti "dove alcune forze americane sembrano aver tenuto il controllo per alcune ore per poi essere attaccati e spazzati via o .... non vi sono state più comunicazioni nè avvistamenti
(17.15.29) Cartomante: degli stessi"
(17.15.30) Anthony Baldini: "Signore, faticherei a definirmi una persona normale se non fossi rimasto scosso". E penso tra me e me che tutto sommato non sono una persona normale.
(17.17.51) Cartomante: vi osserva come se si aspettasse delle domande
(17.19.26) Anthony Baldini: "Quindi è definitivo? L'Operazione Overlord è fallita?"
(17.20.07) Roy Sikes: "Vorrei sapere la situazione attuale. Sul supporto di chi possiamo contare. I Nazisti che stanno facendo?" dico parlando quasi sopra ad Anthony. Poi mi zittisco per non interromperlo
(17.21.32) Cartomante: "L'operazione Overlord...." corruccia la fronte "è fallita" i luogotenenti si corrucciano pure loro mentre si muovono sui piedi come presi dal nervosismo "Le spiagge di Sword, Gold e Juno sono state facilmente prese dalle forze brittanniche ma quelle americane di Omaha e Utah.... sono state fatte a pezzi. I rapporti sono confusi, alcuni dicono che gli americani sono sbarcati e hanno una testa di
(17.22.07) Cartomante: ponte funzionante, altri invece che si sono ritirati, tutto è confuso e non abbiamo notizie più recenti a riguardo.... l'unica cosa certa è che gli inglesi si sono ritirati fuggendo dalla costa"
(17.23.29) Anthony Baldini: Alzo gli occhi al cielo. Perfetto! I nostri compagni ci hanno abbandonato sulla terraferma francese. I nostri alleati britannici si sono ritirati pure loro. Gli unici rimasti sono i già sconfitti francesi che pure si sono organizzati con delle milizie partigiane non regolari.
(17.23.47) Anthony Baldini: Ah, e come se non bastasse, i morti tornano dalla tomba.
(17.24.02) Anthony Baldini: E i nazisti probabilmente vinceranno la guerra.
(17.24.32) Anthony Baldini: Sì, il Giorno del Giudizio è vicino. O, forse, lo abbiamo già vissuto, nostro malgrado.
(17.25.04) Roy Sikes: Sono scioccato... ma cerco di non darlo a vedere.
(17.25.24) Anthony Baldini: "A questo punto, signore, noi non sappiamo cosa fare. Siamo dei soldati semplici, nessuno di noi è alto in grado più degli altri e non abbiamo consegne".
(17.25.50) Roy Sikes: "Forse usano queste cose per trasformare i campi di battaglia in mattatoi...avranno qualcosa per fermarli..." rifletto a voce alta.
(17.26.13) Anthony Baldini: "Tecnicamente, i nostri paesi sono ancora alleati, quindi siamo tenuti alla collaborazione con voi".
(17.26.54) Anthony Baldini: "Se è un loro virus, allora avranno un antidoto. Sempre che non ne abbiano perso il controllo prima del momento giusto..."
(17.26.56) Cartomante: il francese corruga la fronte nuovamente "Certamente, ma in realtà speravo poteste darci una mano per capire effettivamente cos'è successo, avevamo intenzione di mandare una squadra a controllare le spiagge"
(17.27.15) Anthony Baldini: Un brivido mi percorre lungo la schiena.
(17.28.22) Anthony Baldini: Forse il coraggio è una delle poche cose che non mi manca, ma mi occorre una buona ragione per rischiare la vita. Non sono un suicida, dopotutto. Il mio fascino per la morte non ha ancora raggiunto un tale livello. Non ancora.
(17.29.09) Cartomante: [NdG : riavvio un sec MSN]
(17.29.10) Anthony Baldini: "Se volete mandarci laggiù, signore, io prima dovrei confessarmi, siccome sapete meglio di me che non è detto che torneremo. Troppi mali albergano là fuori: i tedeschi, i morti che si risvegliano, Dio solo sa cos'altro..."
(17.29.35) Roy Sikes: "se andate alle spiagge vengo anche io." aggiungo. Voglio capire. è l'unico modo che ho per ritrovare un equilibrio in un mondo che ha porso senso.
(17.32.18) Cartomante: "Sò bene cosa c'è là fuori soldato.... ma dobbiamo sapere cos'è successo non crede ? Inoltre potremmo anche capire qualcosa in più di quello che sta capitando"
(17.34.04) Cartomante: "Non posso costringervi perchè siete parte di un altro esercito anche se siamo alleati, ma se siete disposti potreste accompagnare i miei uomini che conoscono la zona molto bene"
(17.34.32) Roy Sikes: "Io ci sto!" guardo gli altri.
(17.35.38) Anthony Baldini: "Signore, voi mi avete frainteso. Non intendo starmene qui con le mani in mano: è contrario all'onore del corpo nel quale mi sono arruolato. Sono della vostra spedizione. E che Dio abbia pietà di noi. Ma, veramente, prima di partire, vorrei confessarmi da un prete, un prete vero".
(17.37.24) Cartomante: "Dovremo andare a fare rifornimenti di provviste prima di partire.... passerete da un villaggio in cui potrà fare ciò che richiede" ti osserva
(17.38.26) Anthony Baldini: "Abbiamo anche poche munizioni. Forse sarebbe saggio prendere qualche arma... antica. Siamo in un castello. Non si sa mai. Almeno quelle non si scaricano".
(17.39.33) Cartomante: alza il sopracciglio "Abbiamo munizioni da darvi e non penso che un'arma ... antica possa fermare un tedesco"
(17.40.01) Anthony Baldini: "Forse un tedesco no... ma che dire degli altri..."
(17.40.19) Anthony Baldini: "Comunque prenderemo le munizioni, se ne avete".
(17.40.35) Cartomante: fa un cenno d'assenso
(17.41.33) Anthony Baldini: 'Effettivamente' penso tra me e me 'abbiamo anche delle baionette'.
(17.41.57) Anthony Baldini: "Col vostro permesso, signore, comincerei subito i preparativi".
(17.41.59) Roy Sikes: "C'è un modo per stendere quei cadaveri? Non mi sembra che le pallottole gli facciano nulla." chiedo
(17.44.01) Cartomante: "L'unico modo è starne alla larga, non hanno una grande velocità e possono essere facilmente elusi, nel caso vi troviate alle strette mirate alle loro gambe se non avete armi con cui farli saltare in pezzi" dice tranquillamente
(17.44.02) Anthony Baldini: "Se le mie ipotesi sono esatte, dei corpi in decomposizione dovrebbero essere facile preda delle fiamme. E poi gli si può sparare alla testa ed al cuore. Altre cose non so".
(17.45.52) Roy Sikes: "Sì alcuni sono alquanto freschi. Probabilmente la maggior parte." rispondo ad Anthony.
(17.46.34) Cartomante: "Spero che la vostra missione possa darci una mano, magari se trovate ancora dei vostri compagni potreste ottenere notizie... ora se non vi è altro... potete andare, un trasporto vi attende all'esterno"
(17.47.20) Anthony Baldini: Saluto militarmente e gentilmente, e vado con gli altri a prepararmi e a raccogliere qualche munizione extra.
(17.48.47) Roy Sikes: Saluto anche io e seguo Anthony.
(17.51.12) Cartomante: Dopo essere usciti, Tom vi segue con il tedesco e partite insieme ad altri 4 partigiani verso un camion. Lentamente lasciate il castello imboccando una strada allontanandovi... col sole che vi bacia mentre sale in cielo.