38a SESSIONE :: Chuul in agguato ::

Tempio montano di Zeboim, Linaras 27 Paleswelt 422 AC (Solinari calante 7, Lunitari nuova 5, Nuitari nuova 1)

Verso Dodicesima veglia (18:00), il gruppo, sotto invito di Tragor, si mette a saccheggiare quelli che erano i possedimenti di Ironclasher, oramai datosi alla macchia, per paura della vendetta del goblin Tragor. Ognuno ha modo di prendere alcuni oggetti utili, a seconda delle propensioni individuali. Nel frattempo, Cassandra, senza fare apposta, provoca alcuni schiamazzi, rivolgendosi al gruppo davanti alla conchiglia gigante, la quale ospita, all'interno, le scale a chiocciola che portano al piano di sotto, nel tempio di Zeboim.
Finita la razzia e dopo aver curato le ferite, il party decide di scendere per vedere com'è la situazione nel tempio al piano di sotto; dal momento che, per aprire il grande portale nella grande sala della fucina, occorre una chiave magica che qualcuno pur dovrà custodire. Si tratta perlopiù di un complesso di grotte parzialmente sommerse d'acqua molto bassa e tempestate di stalattiti e stalagmiti.
Invano il gruppo tenta di passare nella grotta seguente senza farsi notare, venendo attaccato da un chuul nascostosi sotto la sabbia dell'isolotto che, probabilmente, gli faceva da tana. Solamente Cassandra, trasformatasi in un gigantesco orso bruno, rischia veramente di essere ferita a morte dalla creatura di cui, alla fine, il gruppo ha la meglio con una facilità relativa.

:: PRESENZE :: Arlens, Cassandra, Iori, Silverwolf, Tragor, Ulfgar