18a SESSIONE :: Eroi al soldo e duplici ghigliottine ::

Magion Varuna, Linaras 20 Paleswelt 422 AC (Solinari piena 9, Lunitari calante 5, Nuitari nuova 2)

Il risveglio della mattina avviene sul rumore della battaglia, proveniente fuori dal cancello di Magion Varuna. Non appena i personaggi vanno a controllare, scoprono un guerriero umano che combatte da solo contro tre creature lucertoloidi e decidono di dargli una mano. Una volta sconfitti gli avversari, scoprono che il suo nome e Sigmund Blackdemon, ed è uno dei mercenari assoldato dall'esercito di Solamnia, ora disperso - come il party - tra le rovine di Elmwood. Anche lui si offre di unirsi al gruppo, in quanto lo ritiene valoroso per averlo aiutato, ma anche perché una spada in più non fa mai male.
Dopo le presentazioni con i due cavalieri a capo della spedizione, Sigmund partecipa col gruppo alle indagini sull'accaduto del giorno prima. Quasi tutti gli idizi vanno a sfavore di Moran che, sentendosi braccato, tenta di ricorrere alla sua magia per portarsi nella morte quanta più gente possibile, ma la sua fine arriva per mano dei membri del party, prima che possa danneggiare permanentemente qualcuno.
Dopo gli incresciosi accadimenti l'ispezione della villa riprende e si risolve in un incontro con un cubo gelatinoso che divora e consuma il corpo di Sandor, mentre gli altri avventurieri, coesi ed incalzati dal desiderio di vendetta per la morte di Sandor, hanno facilmente ragione su di lui, sfruttando una strategia di attacco molto valida.
Dopo la morte del valoroso Scudiero della Corona, il party prende i suoi averi, la sua arma e la sua armatura - uniche cose rimaste a testimoniare la sua esistenza - per dargli una degna sepoltura in patria, tra quella che fu la sua gente. Anche Heinrick e Gerard partecipano al pianto collettivo del gruppo ed, inaspettatamente, Gerard, che si era sempre dimostrato freddo nei confronti di Sandor quanto degli altri, si apre in un momento di disperazione che lascia trasparire la sua vera personalità.
Il dolore è troppo per proseguire e la notte troppo vicina: per questo il party decide di riposarsi per far sciogliere la stanchezza e far affogare il dolore per la morte di Sandor nella rabbia provata nei confronti di Moran.

:: PRESENZE:: Moran †, Sandor †, Sigmund, Silen, Silverwolf, Ulfgar