8a SESSIONE :: Per un pugno di monete d'acciaio ::

Catacombe di Elmwood, Linaras 13 Paleswelt 422 AC (Solinari piena 2, Lunitari piena 5, Nuitari crescente 1)

In realtà, gli avvenimenti della sessione precedente erano tutti un gran bel sogno. Nessuno dei personaggi lo sa, ma si è trattato di un sogno collettivo, la cui natura è impossibile precisare.
I fatti si sono svolti così: dopo lo scontro con i goblin, il gruppo (Almar, Catt, Moran e Rhaegar) ne è uscito così distrutto e consumato che ha deciso di accamparsi per la notte nella stanza, che appariva facile da sorvegliare.
La mattina seguente, il gruppo si rimette in cammino e riesce casualmente a trovare l'uscita dal dungeon, dietro la porta segreta alla fine un vicolo cieco. Catt e Moran passano dall'altra parte e, intanto che Moran prova ad uccidere Catt, arrivano anche Almar e Rhaegar. Le vere intenzioni di Moran non sono nemmeno state sospettate, pertanto egli fa ricadere la colpa dell'imprudente allontanamento su Catt, che piange ed odia segretamente il mago.
Il passaggio che il gruppo segue sbocca in una caverna presidiata da un gruppo di goblin ed hobgoblin con i quali il gruppo tenta di contrattare un passaggio sicuro ed una guida fino alla strada maestra. Le contrattazioni sono interrotte dall'azione offensiva di Moran che si guadagna il rimprovero del gruppo, oltre che un'ammenda da pagare a vantaggio dei goblinoidi in cambio della sua vita.

:: PRESENZE :: Almar, Catt, Moran, Rhaegar